sabato 01 novembre 2014 - ore: 6:17| 44 utenti online
 
 
giovedì 16 febbraio 2012,
| Altri

Marigliano, bufera sull' housing sociale

 

Marigliano, bufera sull' housing sociale

 MARIGLIANO. Ritorna in Consiglio comunale la questione della tanto discussa housing sociale della società S&M General costruction che fa capo al consigliere comunale Giovanni Marino. Mercoledì prossimo la questione sarà trattata nel parlamentino locale in una seduta che si preannuncia infuocata. I progetti in questione sono quelli Borgo a corte di Faibano e Villaggio ducale, entrambi ammessi a godere dei finanziamenti regionali.

Il presidente del Consiglio comunale, Michele Cerciello, ha ricevuto in questi giorni una nota a firma del sindaco Antonio Sodano, dell’assessore Sebastiano Molaro e del  tecnico comunale Andrea Ciccarelli che adducendo che trattandosi di una  questione di rilevante interesse pubblico l’argomento doveva essere trattato  con urgenza in Consiglio comunale.

La Regione, infatti, in questi giorni ha  chiesto all'Amministrazione comunale di presentargli entro il 15 marzo il progetto definitivo di housing sociale debitamente approvato risolvendo eventuali problematiche urbanistiche e ambientali. A firmare il provvedimento è stata la responsabile di settore Maddalena Marciano. Il tutto nonostante il consiglio comunale si sia già espresso sfavorevolmente sulla questione.

E’  indignato il presidente del Consiglio del parlamentino locale , Michele Cerciello. “E’ assurdo che la questione debba di nuovo essere trattata in Consiglio comunale. La cosa più curiosa però è che la richiesta che mi è pervenuta è firmata da ben due soggetti politici e dal tecnico di settore”. E tuona Cerciello:”Tutti sanno che il Consiglio comunale non intende fare spazio ad un’altra colata di cemento. Quindi la risposta doveva essere già no” .

Sono circa 750, secondo le stime, gli appartamenti di housing sociale che così risucchierebbero tutti i vani disponibili in danno della piccola edilizia residenziale familiare. Senza contare poi che l’Ente regionale bocciò il progetto redatto dall’Agenzia dei comuni nolani per conto dall’Amministrazione comunale relativo alla riqualificazione e rifacimento del rione di edilizia popolare 219, che si intendeva far valere sugli stessi fondi di housing sociale. Intanto le due lottizzazioni presentate da una società privata sono state accolte e  dovrebbero essere realizzate su 2 suoli rispettivamente di 28 e 31 mila metri quadrati nei pressi di via san Francesco, località dove già si è dato corso ad un altro grosso insediamento.

Discuti l'Argomento sul Blog

Vedi tutti gli articoli di questo autore - Redazione

 
MARIGLIANO.net

Questo è il blog di MARIGLIANO.net su cui puoi lasciare il tuo commento

Visita il blog di MARIGLIANO.net

Segui i nostri video sul canale YouTube di MARIGLIANO.net

Seguici su YouTube

Segui i nostri post su Twitter per essere sempre aggiornato

Seguici su Twitter

Diventa fan della nostra pagina su Facebook

Diventa fan su Facebook