giovedì 02 ottobre 2014 - ore: 0:17| 92 utenti online
 
 
mercoledì 27 giugno 2012,
| Altri

Luigi Goglia, lo sfogo di un nolano ...

 

Luigi Goglia, lo sfogo di un nolano ...

sono un nolano collatore della paranza FT , amo la mia città e credo nella festa dei gigli come sacrificio da affrire al nostro santo patrono Paolino espressione di fede e di amore per il suo popolo, attualmente vivo a Benevento e stamattina ritrovarmi amici e colleghi che mi chiedevano dei feriti della festa (notizia riportata sul mattino) è stata una grande amarezza perchè ho sempre rappresentato la festa come espressione di fede e rievocazione delle gesta di san Paolino .

Ma il colpo più duro è stato quando mi hanno chiesto se facevamo l' inchino al balcone dei cammoristi !

Tanti di noi portano il giglio per un percorso di fede o anche di espressione di una rievocazione , e ci sono diverse associazioni che rappresentano in modo l' impido che cosa è la festa e nola tra queste sicuramente la contea nolana e l' associazione di san paolino, per tali motivi non riesco a capire perchè non vengano coinvolte nell' organizzazione della festa eterna , senza altro il contributo di queste associaZIONI che vivono la festa e nola tutto l' anno sarebbe importantissimo e sinonimo di garanzia .

quest' anno mia moglie e i mie figli (3) per la prima volta sono rimasti fino alla conclusione del percorso del nostro giglio (salumiere) e abbiamo lasciato la festa intorno alle 5 il pensiero che potevamo rimanere coinvolti negli scontri avvenuti poco dopo mi desta sdegno e preoccupazione perchè fin da piccolo ho vissuto il momento della festa come un momento di aggregazione  senza distinzione di classe . Trasmettere alle nuove generazioni i valori della festa partendo dalle gesta di un grande uomo e finendo in un cammino di fede verso il santo è indispensabile per assicurarsi la sopravvivenza di una festa che ha origini secolari.

Infine una città che si candida al riconoscimento Unesco deve fare di più, non è possibile avere in mezzo alla festa :

  • venditori di bibite (anche in vetro) nonostante l'ordinanze di divieto rispettata solo dalle attività locali;
  • motorini circolare liberamente tra i vicoli del percorso;
  • occupazioni abusive con tavoli e sedie tali da ostruire le vie di fuga limitrofe al percorso dei gigli;
  • percorso dei gigli con soste non organizzate e progammate;
  • assenza totale di punti di informazione ;
  • assenza di indicazioni per percorsi di uscita ;
  • assenza di postazioni mediche;
  • assenza di un ufficio di coordinamento aperto durante tutto lo svolgimento della festa con compiti organizzativi e decisionali , anche per situazioni di emergenza;
  • l' assenza di opuscoli informativi che descivano i motivi della festa e la storia di san paolino;
  • l' assenza di forze dell' ordine che garantiscano che i luoghi destinati all' esibizione dei gigli siano liberi da persone ;
  • l' assenza di postazioni a palco per consentire durante la festa punti la visione dell' esibizione dei gigli.

Potrei continuare con altre osservazioni come quella di coinvolgere tutti i maestri di festa per il programma della festa e il manifesto in modo che il comune non sostenga i costi , pubblicizando l' evento nei tempi giusti e con il giusto risalto .

Mi fermo qui, il mio vuole essere uno sfogo di un nolano ferito nel cuore e nell' anima che vede la propria devozione a san paolino attaccata in modo gratuita da eventi esterni che con la fede e san paolino non c' entrano niente . La forza della fede è data dall' espressione di ognuno di noi che non si arrende difronte alle sconfitte ma sà rialzarsi esprimento con forza l' amore di un uomo diventato santo per l' infino amore verso il suo popolo .

con stima e affetto, Luigi Goglia    

Vedi tutti gli articoli di questo autore - Mauro Romano

 
MARIGLIANO.net

Questo è il blog di MARIGLIANO.net su cui puoi lasciare il tuo commento

Visita il blog di MARIGLIANO.net

Segui i nostri video sul canale YouTube di MARIGLIANO.net

Seguici su YouTube

Segui i nostri post su Twitter per essere sempre aggiornato

Seguici su Twitter

Diventa fan della nostra pagina su Facebook

Diventa fan su Facebook