domenica 23 novembre 2014 - ore: 19:23| 98 utenti online
 
 
giovedì 19 luglio 2012,
| Altri

Premio Gallo d'Oro: un trionfo la prima serata

 

Premio Gallo d'Oro:  un trionfo la prima serata

MARIGLIANELLA -  Trionfa la legalità nella prima serata del Premio internazionale Gallo D’Oro in memoria del venerabile don Carlo Carafa. Stasera, alle 20.30, appuntamento sempre in piazza dei Ragazzi d’Oggi, via Roma, con le glorie del calcio Napoli. La manifestazione, annunciata oggi anche dal tg regionale e giunta alla VI edizione quest’anno è dedicata ai giudici antimafia Giovanni Falcone e Paolo Borsellino: a vent’anni dalle stragi di Capaci e di via D’Amelio.

Numerosi i personaggi vip che hanno aderito all’iniziativa, realizzata con il patrocinio dell’assessorato sport e spettacolo retto da Felice Porcaro. Premiati per il proprio impegno e per la napoletanità nobile e sincera: Gianni Simioli, Rosa Miranda, Maria Silvia Malvone, Salvatore Calise, Max Lanzuise (Teandria) e la Pmb band. per il tributo a Pino Daniele. Per la poesia premiato il poeta siciliano Santo Consoli. Presidente di giuria: Pierfrancesco Rescio. In una piazza gremita e commossa ieri si è levato alto il grido di protesta contro ogni forma di sopraffazione e di violenza nel ricordo delle vittime dei vili attentati compiuti a Palermo nel maggio e nel luglio del ’92. “Mariglianella ieri sembrava una piccola Sorrento e pure qui non c’è il mare e non ci sono panorami struggenti”: è la gratificazione più bella ricevuta dagli organizzatori in queste ore.

La kermesse anticamorra si è aperta con la proiezione di un video sulle figure di Falcone e Borsellino, realizzato dagli studenti del liceo Colombo di Marigliano, coordinati dalla prof. Maria Luisa Sodano. A seguire cerimonia solenne in ricordo del generale dell’esercito italiano, Sebastiano Giuliano, distintosi per le missioni umanitarie nei paesi dilaniati dalla guerra e a capo dell’operazione vespri siciliani quando a Plermo furono uccisi i giudici Falcone e Borsellino. Ad introdurre la manifestazione è stata la coraggiosa giornalista Anita Capasso che dopo aver ricordato tutti i nomi degli agenti di scorta deceduti ha declamato a gran voce una frase di Borsellino: “La rivoluzione si fa nelle piazze con il popolo, ma il cambiamento si fa nella cabina elettorale con la matita in mano. Quella matita più forte di qualsiasi arma, più pericolosa di una lupara e più affilata di un coltello”.

Ad intervenire alla manifestazione sono stati il comandante regionale e provinciale del corpo di guardia forestale, Vincenzo Stabile e Sergio Costa con il sovrintendente Geremia Cavezza, Michelangelo Esposito Mocerino, consigliere comunale, e il vice-comandante della polizia municipale Geppino Petrella, premiati per l’operato svolto in difesa della tutela della salute pubblica per contrastare le ecomafie. A fare gli onori di casa il sindaco Felice Di Maiolo e l’assessore Felice Porcaro. A seguire musica attiva per la legalità con i giovani che hanno fatto sentire attraverso la forza aggregante della loro voce il dissenso contro le mafie. Art director: la star di Social King, programma di Rai 2 Michele Petillo, affiancato dalla spumeggiante Marianna Civita. Suggestive le coreografie realizzate da Gaetano Buonario, New Generation Crazy dance. Suggestiva anche la collettiva di pittura a cura del professore Francesco Giraldi, la mostra allestita sotto la guida del maestro Vincenzo Persico, arte presepiale del maestro Giovanni Cardiero e le sculture del maestro Salvatore Nardulli. . . . .

 

Vedi tutti gli articoli di questo autore - Redazione

 
MARIGLIANO.net

Questo è il blog di MARIGLIANO.net su cui puoi lasciare il tuo commento

Visita il blog di MARIGLIANO.net

Segui i nostri video sul canale YouTube di MARIGLIANO.net

Seguici su YouTube

Segui i nostri post su Twitter per essere sempre aggiornato

Seguici su Twitter

Diventa fan della nostra pagina su Facebook

Diventa fan su Facebook