domenica 26 ottobre 2014 - ore: 6:54| 72 utenti online
 
 
giovedì 19 luglio 2012,
| Altri

Marigliano d’estate, giocando.

 

Marigliano d’estate, giocando.

MARIGLIANO - Quando si coniuga l’impegno con la serietà ed una vivace intelligenza operativa il risultato non può mancare.
È stata la prima volta e non sarà certo l’ultima perché…giocando si impara e…poi ci si prende gusto.
L’impegno degli organizzatori nell’ impiego di “specialisti” per proporre un servizio “speciale” ad un numero (purtroppo) limitato di ragazzi è stato coronato da un esito entusiasmante, sia per i partecipanti che per i loro genitori. La pressante richiesta di allargare il numero dei partecipanti e addirittura di allungare i termini del periodo sono la testimonianza più diretta e gratificante per chi, senza complicate alchimie ma con semplici ed arguti strumenti, ha regalato un pezzo d’estate diversa ai nostri ragazzini.

A parte la splendida cornice della locazione dell’evento “giocando si impara”, incastrato tra le sempre fascinose e protettive mura del nostro “castello”, l’iniziativa non si è limitata ad un mero intrattenimento – obiettivo comunque sempre meritevole-, ma si è imposta di rendere costruttiva e proficua l’affluenza dei partecipanti con progetti frizzanti – gestiti da esperti qualificati per ogni settore- che contemporaneamente contenessero un virus culturale e stimolativo, ma senza procurare deleteri effetti collaterali quali noia e banalità. Un po’ di originalità insomma!

E tutti sono rimasti entusiasti, visto che il terminare questo campus estivo nient’affatto improvvisato ha lasciato in ognuno una puntina di nostalgia. Quale migliore ringraziamento e stimolo a continuare e migliorarsi per chi vi ha profuso ….impegno& ingegno?
I partecipanti si sono allegramente “addestrati” in vari laboratori, sotto mani esperte, arricchendo le loro conoscenze e impegnando le loro fertili menti nella creazione, progettazione e realizzazione di oggetti in argilla, nelle elaborazioni grafiche, nel cucinare, nella botanica, nelle escursioni naturalistiche, nella singolarità dello studio di suoni e dei ritmi, nel ballo di gruppo, nel ricamo, cucito ed uncinetto ripreso nel senso della tradizione che aleggia ancora tra le suore del palazzo, nell’ingegno del riciclo e tant’altro, ma…tutto come fosse un gioco! Ovviamente (ed è d’obbligo) non sono mancati quasi quotidianamente i “quattro calci al pallone”, giusto per alternare le attività intellettive con quelle fisiche.

È davvero dispiaciuto agli organizzatori rifiutare tanti “aspiranti”, ma il numero congruo e limitato ha consentito di seguire con maggiore attenzione i ragazzi nelle loro molteplici attività, consentendo di ottenere questo gratificante esito.
Tutte le attività sia ludiche che sportive e formative si concluderanno il 27 luglio prossimo, dopo un bel mesetto e mezzo di “ piacevoli fatiche”. Prima però, il 20 luglio, ci sarà un incontro aperto a tutti, genitori e familiari compresi: una festicciola di commiato che è di sicuro un arrivederci, visto il bilancio altamente positivo dove le uniche voci sono il sano intrattenimento con assistenza continua e non invadente, il gioco, la formazione, la socializzazione. Tutte voci attive! (di questi tempi…).

G.L.A.S.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vedi tutti gli articoli di questo autore - Redazione

 
MARIGLIANO.net

Questo è il blog di MARIGLIANO.net su cui puoi lasciare il tuo commento

Visita il blog di MARIGLIANO.net

Segui i nostri video sul canale YouTube di MARIGLIANO.net

Seguici su YouTube

Segui i nostri post su Twitter per essere sempre aggiornato

Seguici su Twitter

Diventa fan della nostra pagina su Facebook

Diventa fan su Facebook