sabato 22 novembre 2014 - ore: 16:14| 188 utenti online
 
 
giovedì 19 luglio 2012,
| Altri

Emergenza ambientale a Tufino e Casamarciano

 

Emergenza ambientale a Tufino e Casamarciano

TUFINO - Non bastavano discariche e impianti invasivi di trattamento dei rifiuti, nella nostra terra l’emergenza ambientale si fa più preoccupante. A Contrada Cesina i cittadini si sono costituiti in comitato per la salute pubblica e, dopo una campagna forte, oggi 19/07/2012 hanno presentato al Comune di Tufino una petizione con la firma di 150 residenti per la risoluzione dell’insopportabile problema dell’aria insalubre appestata dagli scarichi delle fabbriche di lavorazione delle ciliegie a ridosso delle abitazioni .

La mobilitazione dei cittadini continua proprio perché i promessi interventi da parte dell’amministrazione di Tufino non sono stati effettuati e il lezzo nauseabondo stagna ancora nelle strade della contrada.  Non solo questo, però. Negli ultimi giorni nel territorio di Tufino e Casamarciano più incendi hanno reso l’aria irrespirabile nonché nociva data la presenza di rifiuti accumulati di vario genere, anche pericolosi come documentato dalle nostre foto. Ultimo episodio è quello di ieri 18/07/2012 accaduto a Schiava di Casamarciano alle 19:00 circa, all’altezza dello svincolo autostradale di Tufino prossimo (forse) all’apertura. Il puzzo acre e fastidioso del materiale ormai totalmente bruciato ha fatto presumere la presenza di plastiche e residui di stoffa.

La cosa che più ci lascia attoniti, e allo stesso tempo attenti e vigili, è l’ atteggiamento delle autorità preposte. Dall’amministrazione comunale di Tufino inerme difronte alle possibili soluzioni e ai provvedimenti di prevenzione, ai Vigili del fuoco che, come dichiarato candidamente dal responsabile delle autocisterne intervenute sia a Contrada Cesina che ieri sera a Schiava di Casamarciano, stilano relazioni senza poter indagare le cause lasciando le stesse nei cassetti degli archivi.

Il monitoraggio da parte dei cittadini e da parte di Lista Civica per Tufino sarà puntuale come sempre. Ma, di fronte al vuoto politico lasciato dalle amministrazioni comunali e di fronte allo smarrimento anche delle forze preposte al controllo, noi, insieme ai cittadini e ai residenti che più di tutti soffrono l’emergenza ambientale, non possiamo fare altro che alzare il tiro della protesta ricercando le responsabilità e denunciandole alle pubbliche autorità.

 

Leggi la petizione

Vedi tutti gli articoli di questo autore - Redazione

 
MARIGLIANO.net

Questo è il blog di MARIGLIANO.net su cui puoi lasciare il tuo commento

Visita il blog di MARIGLIANO.net

Segui i nostri video sul canale YouTube di MARIGLIANO.net

Seguici su YouTube

Segui i nostri post su Twitter per essere sempre aggiornato

Seguici su Twitter

Diventa fan della nostra pagina su Facebook

Diventa fan su Facebook