giovedì 23 ottobre 2014 - ore: 6:26| 64 utenti online
 
 

I benefici "netti" dell'Euro

"Buone notizie per l’Italia, lo “spead” è disceso sotto i 200 punti base"

I benefici 'netti' dell'Euro

 Il 2014 inizia con buone notizie per l’Italia, lo “spead” che ha terrorizzato i nostri sogni per quasi tre anni è finalmente disceso sotto i 200 punti base e che grazie all’ avvio dell’Unione Bancaria e a breve del nuovo Parlamento e della nuova Commissione con le prossime elezioni di Aprile/Giugno, potrebbe inaugurare una nuova stagione, dove le riforme e le politiche necessarie e indispensabili a quei ...
leggi tutto l'articolo »

 

Natale 2013 diventiamo l'inchiostro nella penna che scrive il nostro destino

"Ho incontrato e vissuto, per piccolo e stravagante caso, spesso in palazzi anonimi, il paradosso di chi aveva creato bolle di realtà dove si produce innovazione, lavoro, cluster di giovani speranze. Ho trovato due persone che si amano, tanto splendidamente pazze da accudire due bambini di pochi mesi e strapparli alla miseria e al degrado scommettendo sull'amore e non sui tanti rischiosi cambiamenti che hanno affrontato e ancora affronteranno. Ho riabbracciato qualche amico che ha preferito la sua amata e terribile terra ad una carriera splendida ma lontana dalle sue radici. Ho poi osservato la nascita e anche la morte di molte iniziative, ma soprattutto la volontà e la forza di chi, continuando a crederci, non si ritiene sconfitto ed insiste nel tentativo di creare il suo futuro. 
"

Natale 2013 diventiamo l'inchiostro nella penna che scrive il nostro destino

Le vigilie sono sempre periodi strani. Mi capita, ormai puntualmente, di vivere questi giorni con una particolare intensità emotiva, tanto da azzerare ogni tentativo maldestro di mantenere un certo distacco per poter meglio digerire eventi e avvenimenti che mi hanno accompagnato a un’occasione  come il Natale, di consueto fatidica per tirare un po’ di somme.

Perché le occasioni come le feste natalizie s...
leggi tutto l'articolo »

 

L'importante non è quando usciremo dalla crisi, ma come...

"Più volte, negli ultimi giorni, ho letto ed ascoltato interventi dei nostri rappresentanti di Governo, associazioni e centri studi, in cui si e' annunciata, in qualche caso persino con numeri alla mano, la prossima uscita dalla crisi del paese, col ritorno, nei primi mesi del 2014, ad una piccola crescita del Pil, piu' o meno tra lo 0,5% e lo 0,7% E' tutto vero? Si', o quasi, ma in ogni caso manca il dato più importante di tutti : “il come” si possa arrivare a questa ripresa."

L'importante non è quando usciremo dalla crisi, ma come...

Più volte, negli ultimi giorni, ho letto ed ascoltato interventi dei nostri rappresentanti di Governo, associazioni e centri studi, in cui si e' annunciata, in qualche caso persino con numeri alla mano, la prossima uscita dalla crisi del paese, col ritorno, nei primi mesi del 2014, ad una piccola crescita del Pil, piu' o meno tra lo 0,5% e lo 0,7% E' tutto vero? Si', o quasi, ma in ogni caso manca il dato più importante di tutti : ...
leggi tutto l'articolo »

 

Quanto ci costa non fare la differenziata ?

"Fare poco e male la Raccolta Differenziata comporta molte perdite. Ma quanto gravi? A questa domanda, almeno dal punto di vista economico, ha dato recentemente una risposta il Centro Studi di Althesys, che ha stimato in 422 milioni di euro i costi per il mancato riciclo dei rifiuti durante il 2012 nelle sole regioni Campania, Lazio e Sicilia. Una bella cifra, direi."

Quanto ci costa non fare la differenziata ?

 Fare poco e male la Raccolta Differenziata comporta molte perdite. Ma quanto gravi? A questa domanda, almeno dal punto di vista economico, ha dato recentemente una risposta il Centro Studi di Althesys, che ha stimato in 422 milioni di euro i costi per il mancato riciclo dei rifiuti durante il 2012 nelle sole regioni Campania, Lazio e Sicilia. Una bella cifra, direi.  Chiaramente questo calcolo non comprende le nuove e ormai quasi cert...
leggi tutto l'articolo »

 

In Italia il deficit più importante è quello ecologico

"Ma attenzione. Il debito economico non è l’unico fattore del quale dovremmo preoccuparci. Anzi. Forse tra le nostre ansie, ma soprattutto tra i nostri propositi positivi, ci sarebbe da selezionare e, di conseguenza affrontare molto velocemente, il problema del capitale “ecologico” che stiamo sperperando. E che, al contrario del debito monetario, non possiamo certo recuperare."

In Italia il deficit più importante è quello ecologico

 Premessa. Il debito pubblico Italiano rappresenta oggi un fardello che ormai ha superato i 2.000 miliardi di euro e incide sul Pil nella misura di circa il 130%. E nonostante le tante promesse di questo o di quel Governo (ormai faccio fatica a portare il conto), lo stesso continua ad aumentare e dunque ad arrestare lo sviluppo del nostro Paese, che qualche decennio fa scelse proprio la strada di ipotecare il futuro dei suoi figli, lasciando...
leggi tutto l'articolo »

 

Moneta, merce o arma?

""Datemi il potere di emettere e gestire la moneta di una nazione, e me ne infischio di chi fa le leggi''. Come afferma Pietro Dragone, sembrerebbe la frase di qualche mostro uscito da un film di Steven Spielberg, ma in realtà a dire queste parole fu Mayer von Rothschild, capostipite della dinastia che nel corso della storia, e ancora oggi, influenza il sistema bancario internazionale."

Moneta, merce o arma?

A distanza di circa trecento anni Rothschild già sapeva che il denaro sarebbe stato lo strumento che avrebbe ricattato interi popoli e reso schiavi gli stati. Fu con l' Unità d' Italia che la ricchezza del suo casato crebbe in modo vertiginoso. Cavour, infatti, fu finanziato dalla casata Rothschild, che potè pagare ( con un alto interesse si intende) solo dopo aver conquistato e unificato tutta la penisola, svuotando le casse...
leggi tutto l'articolo »

 
Pagine totali: 15 - sei a pagina 1 - vai a pagina - -
 
MARIGLIANO.net

Questo è il blog di MARIGLIANO.net su cui puoi lasciare il tuo commento

Visita il blog di MARIGLIANO.net

Segui i nostri video sul canale YouTube di MARIGLIANO.net

Seguici su YouTube

Segui i nostri post su Twitter per essere sempre aggiornato

Seguici su Twitter

Diventa fan della nostra pagina su Facebook

Diventa fan su Facebook