Marigliano, opposizione in campo con l’Amministrazione contro l'arrivo dei paventati rifiuti

Redazione

MARIGLIANO -  L'opposizione politica, con Impegno Civico di Michele Cerciello,  accoglie l'invito del sindaco Antonio Carpino a scendere in campo  uniti contro l’installazione di un sito provvisorio di stoccaggio di rifiuti a Boscofangone,  dove da anni sono stoccate le famose “ecoballe”,  ancora  in attesa di essere smaltite, senza per questo evitare di inviare stoccate velenose all’attuale Amministrazione.

 Queste le sue  parole:
” Cosa buona e giusta la chiamata alla solidarietà delle forze politiche da parte del Sindaco Carpino. Eccoci pronti a sostenere l'insostenibile. Però quantomeno dobbiamo dire che questo è il risultato di una politica comunale e sovracomunale di ben quattro anni di "collaborazione" e condivisione tra le due Amministrazioni, Regione e Comune, a guida PD con i due soggetti a mentalità autocrate De Luca - Carpino.

L'amministrazione Carpino in questi  4 anni non ha mai condiviso con la minoranza oppure con associazioni locali scelte vitali per la Città di Marigliano : bilanci e programmi finanziari di previsione; Piano Urbanistico Comunale PUC;  programma triennale opere pubbliche 12 milioni di euro;  delibera di giunta per l'adesione al sito regionale di compostaggio in Marigliano;  etc. etc.  

Bilancio di previsione con una movimentazione finanziaria annua di circa 48 milioni di euro; -  PUC per 2550 abitazioni racchiuse in 8 nuclei ad alta intensità planovolumetrica altezze 15 ÷ 18 metri (nuove frazioni), poi bocciato da Tar e Provincia; - opere pubbliche in corso fino ad oggi ereditate da precedenti amministrazioni;  - sito di compostaggio per 30 milioni di euro, poi ridotti a 18mln con promessa di delega al Comune per la realizzazione; etc. etc.

Con la nuova costituzione degli ambiti zonali (ATO 3) per il trattamento dei  rifiuti, organismi già costituiti seppure in fase iniziale con elezioni ripartite delle cariche tra i vari Sindaci della circoscrizione,  alcuni quotidiani già da qualche mese  riportano la notizia delle discussioni in questo organismo della problematica del fermo dell'inceneritore di Acerra e della inerzia a trovare soluzioni.

Nella seduta di consiglio comunale di luglio la minoranza, per bocca di Mena IOVINE, ed è fono registrato, è stato evidenziato il pericolo della discarica regionale dei rifiuti a Marigliano.
Di cosa vogliamo parlare ???

Dove sono i vari consiglieri regionali PD e non, i vari onorevoli parlamentari eletti e non, che hanno "succhiato “dai cittadini mariglianesi ?  Silenzio e neutralità sono  la loro priorità per "galleggiare" ancora.

Ogni consigliere comunale e altri soggetti locali autorevoli si rivolgano ai propri referenti solidali sovracomunali e in nome della solidarietà zonale si facciano promotori di iniziative personali ed istituzionali al fine di non aggravare ulteriormente questo territorio mariglianese che ha già dato tanto in vite umane per l'indotto degrado ambientale di cui oggi è realtà.

IMPEGNO CIVICO, quale forza politica locale, trasformerà  ogni proprio componente in combattente per ripudiare la prepotenza e le scelte non condivise.

Deponiamo l'ascia della diversità e schieriamoci a fianco delle istituzioni locali in ogni sito e momento per ostacolare civilmente la maledetta idea della discarica a Boscofangone”.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore