Emergenza ambientale e PM10: indifferenza nel nolano

Nicola Riccio

L'agro nolano affoga nell'indifferenza

AGRO NOLANO MARIGLIANESE – Ad un passo dal limite massimo degli sforamenti annuali. E siamo appena a marzo. Da un lato la mobilitazione della frazione nolana di Polvica,  dove un pool di Associazioni Ambientaliste dedicano la loro attenzione alla prevenzione delle patologie respiratorie.

Dall’altro il sindaco di Marigliano  Antonio Carpino che chiarisce i contorni del prossimo sito di compostaggio,  che sta allarmando tutta la comunità locale. Dall’altra parte , ancora , il sindaco Manzi di Casamarciano dà notizia di una nuova prossima centralina di rilevazione di polveri sottili nell’area in cui si effettua l’attività estrattiva.  

Ed ancora il circolo Legambiente di Nola Circolo “La Cicala” che scrive ai 24 Sindaci dell’intero territorio per denunciare l’allarmante inquinamento dell’aria e chiedere l’applicazione delle misure previste dal Piano regionale di risanamento e mantenimento della qualità dell'aria.

Prospettive positive zero. Silenti , chi più chi meno, gli altri Comuni dell’area. Ed intanto le centraline locali dell' ARPAC sputano dati sempre più in linea con l’andamento negativo degli ultimi mesi . Nel primi due mesi del 2017 , sono 30 gli sforamenti registrati dalla prima centralina di San Vitaliano, 23 ad Acerra (Capasso) ,19 a Pomigliano D'arco. In un anno il limite di 50 microgrammo /m3 di Pm10 , non dovrebbe essere superato più di 35 gg.. Ci siamo quasi.

“ Questi dati non fanno notizia e non fanno paura!” è il commento rabbioso ed avvilito ai dati odierni dell’esperto ambientalista Luigi Parrella,  che nel corso di un’intervista rilasciata a questo giornale il 19 aprile del 2016, così affermava : “Esigiamo risposte ad horas dei sindaci e dalla Regione, che dovranno, con apposite ordinanze urgenti in materia di igiene e sanità pubblica, emanare disposizioni volte al contenimento delle polveri sottili (PM10) nei territori comunali e avviare screening sulla popolazione per verificare le conseguenze sulla salute pubblica”.

Risposte e voglia di concretezza che ancora non sono arrivate.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net





Articoli correlati



Altro da questo autore



In Evidenza