Marigliano, tre giorni per i lavori di manutenzione di alcune aree della Villa Comunale

Viviana Papilio

Chiusura straordinaria per lavori urgenti nella Villa Comunale di Marigliano. Da oggi fino al 26 ottobre.

MARIGLIANO - Sono iniziati oggi, 24 ottobre 2018, e continueranno fino a venerdì 26, i lavori di manutenzione di alcune aree della Villa Comunale.

Numerose sono state nel corso degli anni le lamentele dei cittadini che denunciavano lo stato di abbandono e degrado dell’unico spazio verde cittadino fruibile in centro. E forse proprio nella sua esclusività è ravvisabile la ragione per la quale anziani e bambini continuino a frequentare il giardinetto comunale, facendo attenzione a non finire inghiotti dalla desolazione che li circonda, o a inciampare in una delle buche sparse nello sconnesso ed irregolare piano di calpestìo.

Più volte è stato fatto il censimento delle strutture malfunzionanti, guaste e pericolose, più volte si è parlato degli atti vandalici di cui la Villa è stata bersaglio, durante il lungo ed inesorabile percorso che l’ha portata allo stato attuale di totale abbandono estetico e morale.

Si è giunti, oggi, a dover affrontare inderogabilmente la questione, partendo dalla riparazione delle zone più disastrate. Gli interventi previsti dai lavori di questi tre giorni riguardano il ripristino della funzionalità delle giostrine e l’annessa pavimentazione, e la riparazione di alcune perdite idriche.

Al fine di procedere con i lavori tutelando la sicurezza dei cittadini, la struttura resterà chiusa e tornerà regolarmente fruibile sabato.

“Vi chiedo di collaborare a tutela dei tanti bambini che frequentano la villa”, scrive il Sindaco Antonio Carpino e chiosa la sua nota informativa annunciando interventi di ristrutturazione radicale previsti per l ‘anno prossimo.

Una notizia che va accolta con gioia e con la speranza che l’annuncio venga suffragato da fatti concreti.

La Villa Comunale è uno spazio di fondamentale importanza che non può permanere oltre nella situazione odierna in cui è stata condotta da anni di incuria e distrazioni. Non si tratta soltanto di riconsegnare un dignitoso luogo aggregativo alla cittadinanza, ma anche di recuperarne il valore rappresentativo e simbolico che essa ricopre per il Comune stesso.   

La Villa deve essere ristrutturata, il Monumento ai Caduti – più volte vilipeso fino all’ultimo eclatante gesto dell’incendio di uno dei pini che ne adornavano un lato-  deve essere tutelato, il senso estetico – e attraverso di esso quello etico- deve essere recuperato, del resto la bellezza procede per suo moto proprio ed è il veicolo migliore per educare le persone a non rassegnarsi, a non abituarsi alla decadenza, al vandalismo e all’abbandono.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Viviana Papilio >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Angelo Bruscino
test 300x250
In Evidenza
test 300x250