Marigliano: no della Regione a Ri.Genera

Viviana Papilio

La Regione Campania dice no al sito di trattamento rifiuti

MARIGLIANO - La ditta Ri.Genera s.r.l. non tratterà su suolo mariglianese tonnellate di rifiuti pericolosi. A scrivere la parola fine sul caso che ha tenuto banco per l’intero anno è stata la Regione Campania, ultima a doversi esprimere in quanto competente in materia.

Da Marigliano si era alzato un coro unanime che aveva messo dalla stessa parte Amministrazione, cittadini e Opposizioni, tutti fermi nel dichiararsi contrari all’impianto che avrebbe dovuto svolgere attività a rilevante impatto ambientale, assolutamente vietate su suolo cittadino: la lavorazione di  tonnellate annue di rifiuti, di cui ben 70.000 pericolosi. Cifre e materiali assolutamente impronunciabili sul territorio che fa da vertice al famigerato Triangolo della Morte e che conserva il drammatico primato di una elevatissima incidenza di malattie tumorali, oltre al fatto che il territorio mariglianese già è custode di tonnellate di ecoballe site nell’area di Boscofagone.

Durante lo scorso inverno erano state più di 3500 i cittadini che avevano aderito alla raccolta firme e alla mobilitazione promossa dal consigliere Saverio Lo Sapio, che si è speso con impeto e pervicacia, vigilando  sugli sviluppi della vicenda. Oggi affida a un pensiero conciso ed efficace la sua soddisfazione: "Primo round a favore del territorio ma resta sempre alto il livello di attenzione”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Viviana Papilio >>




Articoli correlati



Altro da questo autore