Marigliano, nelle strade Antica e Nuova Del Bosco e' emergenza igienico sanitaria.

Anita Capasso

FOTO - La galleria degli orrori

MARIGLIANO - Le arterie metà comunali e metà provinciali sono sommerse da rifiuti speciali e pericolosi. E le telecamere continuano a essere un bluff e un miraggio.

I cumuli di rifiuti speciali aumentano di giorno in giorno.  Le strade della zona di Boscofangone sono una cloaca a cielo aperto. e ciò non è un mistero per nessuno.  Lo scempio è sotto gli occhi di tutti. Complice la vicinanza dei principali assi viari, autostrada e asse di supporto,  la zona è terra franca per gli untori.

Arrivano i camion e scaricano indisturbati, soprattutto di sera, monnezza di ogni genere .   E non solo. Di giorno,  vicino ai cumuli di rifiuti, si siedono  anche le  prostitute dedite  al meretricio. Schiave del sesso trattate alla stessa stregua dei rifiuti.

Insomma degrado urbano e umano. Intanto le montagne ostruiscono le carreggiate e invadono l'area degli insediamenti produttivi dove le coraggiose aziende, che operano in zona, devono convivere con i cumuli di monnezza .  In via Nuova del Bosco sono stati abbandonati rifiuti di ogni genere tra cui scarti sartoriali,  materiali di risulta di cantiere, secchi di pittura, batterie,  carcasse di elettrodomestici  e  tanto altro ancora.

Un quadro di degrado e inquinamento che ha usato come tela le campagne coltivate dagli ultimi contadini  che con caparbietà si ostinano a mantenere ancora in vita la vocazione del territorio,  violentato nella propria identità. Bisogna correre ai ripari .

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>


Galleria



Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250