San Vitaliano: una ordinanza del sindaco per limitare la circolazione del traffico veicolare

Luca Di Matteo

Per combattere le polveri sottili PM10 a San Vitaliano si limita la circolazione dei veicoli con multe salate e ritiro della patente

SAN VITALIANO: Dal 1° Febbraio 2020 a San Vitaliano non sarà possibile circolare in alcune ore se si dispone di un veicolo non recente con classe di emissione inferiore a EURO 4 per le benzina e EURO 5 per i diesel.

Ma vediamo nel dettaglio quali sono le limitazioni e come si articola il provvedimento.

Chi può circolare e quando ?

La limitazione della circolazione riguarda i veicoli: Diesel: Euro 1-2-3-4 e Benzina 0 - 1 - 2 - 3.
Se possedete quindi uno dei veicoli sarete soggetti alla limitaizone di transito nel territorio comunale di San Vitaliano, dal 01/02/2020 al 29/02/2020, dalle ore 8.30 alle 12.30 e dalle ore 15.30 alle 18.30 dal lunedì al venerdì e dalle 8,30 alle 12,30 per il sabato e la domenica, per tutti i veicoli e motoveicoli nelle categorie di cui sopra ad esclusione di quelli per servizio pubblico, interventi di emergenza, dei residenti nel Comune di San Vitaliano e dei veicoli ad alimentazione ibrida (metano, gpl, elettrici). 

La suddetta limitazione della circolazione riguarda tutto il territorio comunale, sono esclusi solo i tratti autostradali e quindi è compresa anche la nazionale 7BIS e resterà in vigore sino al 29 Febbraio 2020. La nazionale 7BIS è forse quella più responsabile per quanto riguarda il traffico veicolare ma è anche una arteria indispensabile. Transitano migliaia di veicoli al giorno, mezzi pesanti e auto che certamente non sono tutte immuni dalla ordinanza, ci domandiamo come si possa fare a controllare e come far transitare le auto da un punto all'altro del comune senza creare disagi e traffico ancora più dannoso

Successivamente a tale data l'ordinanza potrebbe essere sospesa o potrebbe avere una naturale prosecuzione, la decisione sarà presa in base a superamenti o meno dei valori massimi consentiti degli inquinanti.

Ma l'aria ha confini ? Ha un senso in un territorio così piccolo ?

Lo scopo è chiaro e probabilmente necessario a limitare le PM10 delle nostre zone, ma ci domandiamo quali benefici reali potrà avere sul territorio di San Vitaliano visto che l'aria non ha confini ? Se non si stipula un patto tra comuni della zona del nolano non è forse una guerra contro i mulini a vento ? I venti spostano le polveri ovviamente e siamo circondati da comuni che non hanno alcuna ordinanza in merito, quindi ci prendiamo le loro polveri PM10 pur subendo però un disagio locale non indifferente.
Basta immaginare i danni alle attività commerciali a causa di tutti i cittadini dei comuni limitrofi che per qualche motivo non riescono a rientrare nelle fasce di circolazione e non potranno quindi recarsi presso esercizi commerciali del comune oppure che hanno figli a scuola e raggiungono i plessi con la propria auto dai comuni limitrofi. Alla fine ci sembra che a pagare disagi, possibili multe o costrizione a cambio di auto, siano sempre gli stessi. 

Quali sono i disagi evidenti che subito saltano all'occhio ?

Ci sono fasce di sicurezza ma non riescono a coprire tutti gli orari, specialmente per le lezioni scolastiche e le necessità anche di chi comunque non riesce a muoversi per esigenze di lavoro in altro modo. Inoltre non sono stati valutati tutti i casi di di esclusione.
Chi dispone di auto aziendali intestate quindi ad aziende non del territorio e risiede a San Vitaliano, come fa ?
Chi ha figli a scuola e viene da altri comuni ? Visto che gli orari di limitazione non sono adeguatamente studiati per permettere il recupero dei figli a scuola, come si comporta ?  
I negozi del territorio comunale quanto perderanno economicamente e come integreranno i fatturati già magri di un territorio difficile e in un momento economico anche complicato ?
Sui canali istituzionali non c'è traccia di chiarimenti o FAQ per aiutare il cittadino.

Inoltre i trasporti pubblici locali "inesistenti" o la mancanza di aree di parcheggio identificate ai limiti del territorio non agevolano la situazione. 
Insomma si poteva organizzare in maniera più strutturata una soluzione di mobilità sostenibile con una visione più ampia, potenziando sicuramente prima il trasporto pubblico locale e magari attuando zone come la Via Vitaliano D'Alessandro (conosciuta come ex strada dei cavalli), come area di parcheggio in cui lasciare le auto e muoversi sul territorio comunale.

Ci aspettiamo multe a raffica senza reale controllo ?

Non è chiaro inoltre come avverrà il controllo. Alcune domande ci sorgono subito spontanee:
Ci saranno pattuglie ben visibili ?
Oppure ci saranno telecamere che segnalano le targhe e inviano multe anche a tanti che transitano nel comune da tempo senza conoscere l'ordinanza ?
Ci saranno cartelli ad ogni ingresso delle strade comunali ?
Saranno attivati per tempo e sarà fatta idonea comunicazione istituzionale ?
Chi non si accorge e transita ogni giorno potrà ricevere decine di multe a casa e magari si vedrà anche ritirata la patente come sanzione accessoria prevista dalla ordinanza ?

Non sappiamo ancora e invitiamo comunque a richiedere informazioni al Comune di San Vitaliano almeno fino a che non saremo in grado di darvi informazioni più precise.

Intanto se potete cambiatevi l'auto, perchè sembra che chi non possa farlo sia ancora una volta svantaggiato ulteriormente rispetto a chi ha un auto nuova. Se vi interessa leggere l'ordinanza completa vi lasciamo qui il link:
Ordinanza del Comune di San Vitaliano sulla limitazione al traffico in PDF 



 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Luca Di Matteo >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250