Marigliano, il ghetto Agrimonda

Anita Capasso

MARIGLIANO -  "Noi gli abitanti del ghetto dei veleni Agrimonda siamo dimenticati da tutti. Non venissero a  parlare di efficienza".

 Parole dure quelle di Ciro Tufano,  presidente del Cat, Comitato Ambiente e Territorio . Tufano denuncia che sulla questione bonifica sono state fatte tante chiacchiere ma che nulla è cambiato... l’ex area Agrimonda è considerata  alla stregua di un normale immondezzaio... Si grida allo scandalo  È emergenza igienico - sanitaria.  

L' ex cimitero di fitofarmaci e chimici per l' agricoltura, incendiato dal racket delle estorsioni, ha praticamente messo in ginocchio l' intera area, compromessa dai veleni che hanno raggiunto le acque di falda.

"Abbiamo registrato solo il  lassismo di coloro che sono addetti ad intervenire. Siamo vittime del più squallido menefreghismo di chi vede ma non fa nulla affinché le cose cambino, c'è  chi da più di un anno spreca voce, risorse ed energie senza purtroppo ottenere risultato alcuno...

È umiliante che esista nel 2020 il “ghetto" Agrimonda. Una storia lunga 25 anni, di bonifica neanche l' ombra”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore