ANCORA SEQUESTRI E ARRESTI

Loredana Monda

I fatti continuano a dimostrare che nessun territorio del circondario della Procura della Repubblica di Nola è immune dal fenomeno dell'illecito o dell'abuso edilizio.

Un servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato per l'appunto al contrasto delle fenomenologie riconducibili all'abusivismo edilizio, coordinato dalla Compagnia di Nola al comando del capitano Gianluca Piasentin, è stato condotto a termine dai carabinieri delle stazioni di Palma Campania, di Visciano e di Cimitile.

Bilancio delle operazioni quattro denunciati in stato di libertà all'autorità giudiziaria. Nella fattispecie sono stati deferiti alla magistratura un uomo di 43 anni ed una donna di 41 anni residenti a Palma Campania, nonché un uomo di 31 anni di Visciano, che si sarebbero resi responsabili a diverso titolo di violazione alle leggi in materia urbanistica per aver realizzato tre manufatti edili ad un piano attualmente allo stato grezzo.

L'uomo è la donna sono stati denunciati in relazione alla costruzione di due fabbricati nel comune di Palma Campania, in difformità rispetto al progetto presentato e vistato. Il terzo uomo è stato, invece, deferito alla magistratura in ordine alla costruzione di un terzo immobile nel comune di Visciano, priva di permessi a costruire. Gli immobili, che avrebbero un complessivo valore di mercato pari a 200mila euro, sono stati sequestrati. Nel medesimo contesto, si inquadrano, inoltre, alcuni controlli attinenti il rispetto delle norme in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, a conclusione dei quali i carabinieri coordinati dalla Compagnia di Nola hanno denunciato all'autorità giudiziaria un signore di cinquantuno anni, titolare di una impresa individuale di costruzioni di Cimitile, ritenuto responsabile di non aver adottato le necessarie misure protettive a tutela degli operai impegnati nella attività di costruzione di uno stabile adibito a civile abitazione nel centro abitato.

Accanto al servizio straordinario di controllo del territorio citato, si pongono altre attività di natura ordinaria sempre coordinate dalla Compagnia di Nola al comando del capitano Gianluca Piasentin. A Saviano, i carabinieri della locale stazione hanno, infatti, tratto in arresto due persone per furto aggravato. Le manette sono scattate ai polsi dei rumeni Georghe Turodan e Vasile Zaplan, rispettivamente di 37 e di 32 anni, sorpresi poco dopo aver rubato una motosega presso un'area di pertinenza dell'abitazione di un uomo di 35 anni del luogo, che è stata recuperata ed è stata riconsegnata al proprietario. I presunti ladri sono stati trattenuti in camera di sicurezza in attesa di essere processati con rito cosiddetto direttissimo. Negli ultimi giorni altre operazioni sono state, poi, condotte a termine dagli uomini delle Compagnie afferenti il comando provinciale dell'Arma ad Ercolano, a Piano di Sorrento e a Napoli.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Soul Burger
test 300x250
In Evidenza
test 300x250