FINANZIARIA 2007: I NUOVI INCENTIVI AL RISPARMIO ENERGETICO

Vincenzo Bifulco

Per far fronte agli ormai noti problemi ambientali ed energetici anche il Governo si è indirizzato, nella Finanziaria 2007, verso la strada degli incentivi a favore del risparmio energetico. Si riporta una sintesi delle misure nella nuova finanziaria che interessano il suddetto tema:

Agevolazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici Innalzamento dal 36% al 55% della percentuale di detrazione fiscale in 3 anni per :

  • - Interventi per installare pannelli solari termici (fino a un ammontare di 60.000 € in 3 anni).
  • - interventi di riduzione dei consumi energetici per la climatizzazione invernale almeno del 20 % rispetto ai valori di legge per i nuovi edifici (fino a 100.000 euro in 3 anni);
  • - interventi specifici su pareti e finestre (fino a 60.000 euro in 3 anni).
  • - Sostituzione di vecchie caldaie con caldaie a condensazione (fino a 30.000 € in 3 anni).


  • Estensione scambio sul posto a 200 kW Esteso agli impianti di potenza fino a 200 kW, alimentati da pannelli fotovoltaici e in generale da fonti rinnovabili o impianti cogenerativi il meccanismo dello "scambio sul posto" dell'energia elettrica, finora vigente per impianti da fonti rinnovabili fino a 20 kW.

    Fondo per l'incentivazione di edifici ad altissima efficienza Al fine di favorire la costruzione di nuovi edifici di medie e grandi dimensioni (volumetria superiore a 10.000 mc) con un fabbisogno energetico minore del 50% di quanto dispone l'attuale normativa è previsto un contributo pari al 55% degli extra costi sostenuti per conseguire il predetto valore. Per questa voce è previsto un fondo di 45 milioni €, che dovrebbe consentire la realizzazione di 15-20 edifici esemplari dal punto di vista energetico e replicabili sul territorio nazionale.

    Agevolazioni fiscali per i commercianti che scelgono lampade a basso consumo Deduzione fiscale del 36% per i commercianti che sostituiscono gli apparecchi di illuminazione con sistemi ad alta efficienza energetica negli esercizi commerciali. In sostanza, chi scegli lampade fluorescenti negli ambienti interni e lampade a vapore di sodio in quelli esterni beneficerà dell'agevolazione.

    Contributi per frigoriferi ad alta efficienza ad alta efficienza Detrazione fiscale in un'unica rata per una quota pari al 20% degli importi a carico del contribuente (e un ammontare complessivo non superiore a 200 € per ciascun apparecchio) per la sostituzione di frigoriferi, congelatori e loro di classe energetica non inferiore ad A+, acquistati nel corso del 2007.

    Incentivi per l'installazione di motori industriali ad alta efficienza e a velocità variabile Per motori a elevata efficienza, di potenza elettrica compresa tra 5 e 90 kW è prevista una detrazione fiscale in un'unica rata, per una quota pari al 20% degli importi a carico del contribuente, per un ammontare complessivo (comprensivo delle spese di installazione non superiore a 1.500 € per ciascun motore). Nel caso, invece, di acquisto o installazione di inverter su impianti con potenza elettrica compresa tra 7,5 e 90 kW, la soglia massima per la detrazione è pari a 1.500 €.

    Riduzione dell'accisa del GPL e incentivi all'impiego di autoveicoli a GPL e metano. Riduzione del 20% del carico fiscale per il GPL. L'accisa si riduce così a 227,77 € per 1.000 kg di prodotto. Incentivi per trasformare autovetture a gas metano o GPL e per l'acquisto di autoveicoli a metano e/o GPL con un fondo di 100 milioni €/anno per il 2007, 2008 e 2009.

    Incentivi per i biocarburanti Viene allineata la legislazione italiana sui biocarburanti alla Direttiva europea 2003/30/CE sugli obiettivi di miscelazione obbligatoria dei biocarburanti nei carburanti petroliferi, secondo una percentuale progressiva: 1% al 2005; 2,5% al 2008; 5,75% al 2010.

    Interventi sulla fiscalità energetica Il maggior gettito fiscale IVA derivante da carburanti e combustibili di origine petrolifera, in relazione agli aumenti del prezzo internazionale del greggio, va a costituire un apposito fondo di 50 Mln di € per il triennio 2007-08-09 da utilizzare a copertura di interventi di riduzione dei costi della fornitura energetica per le fasce sociali che più risentono del peso del caro energia.

    Iva agevolata per forniture di energia "ecologica" La fornitura di energia termica per uso domestico tramite reti pubbliche di teleriscaldamento o nell'ambito del contratto servizio energia prevede l'IVA agevolata solo se prodotta da fonti rinnovabili o da impianti di cogenerazione ad alto rendimento; alle forniture di energia da altre fonti, sotto qualsiasi forma, si applica l'aliquota ordinaria.

    Vincenzo Bifulco
    (e-mail: vincenzo.bifulco@libero.it)

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


    Leggi tutti gli articoli di >>




    Articoli correlati



    Altro da questo autore