I GIOVANI SI FANNO SENTIRE: NO ALLA DISCARICA

Lucia Mautone

In questo clima di protesta i più giovani sentono di agire in prima persona, non ci stanno a vedere la propria cittadina di nuovo vittima di una decisione presa dall'alto.

Un gruppo di studentesse del Liceo Scientifico Colombo, particolarmente motivate e coinvolte nella manifestazione di protesta ci racconta: A.M. comincia " Siamo arrivati a scuola come ogni mattina, ma sapevamo che non era un giorno qualunque. La tensione era palpabile".I rappresentanti di Istituto hanno distribuito volantini informativi prodotti dalla Assise di Marigliano, con consigli pratici per rispettare l'ambiente.

"Penso che noi giovani dobbiamo impegnarci per cambiare la mentalità di questo territorio", sottolinea O.N., "questa non è la solita scusa per saltare un giorno di scuola, ma lo facciamo per una giusta causa, qui ne va del nostro futuro!"

I rappresentanti di Istituto hanno aggiornato gli studenti sull'andamento delle cose, intanto tutta la Scuola si è diretta davanti al Comune, dove si è incontrata con i ragazzi dell'Istituto tecnico per ragionieri e per geometri "Manlio Rossi Doria" e dell' Istituto Professionale "Galileo Ferraris" .

Forti sono state le emozioni provate, e F.D. ce lo rimarca: " Abbiamo camminato compatti lungo il corso di Marigliano, in questo modo i veicoli erano obbligati ad un percorso alternativo. Eravamo tutti lì insieme, sarebbe stato comodo tornarsene a casa o andarsene in giro, ma la nostra presenza e la nostra voce sono fondamentali in questo momento!"

Coloriti e vivaci gli slogan ripetuti durante il corteo, guidati dallo striscione " No alla discarica!". Gli studenti si sono mossi da Piazza Municipio fino a Via S. Francesco e ritorno, fino a posizionarsi davanti alla sede istituzionale per un sit-in.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



MM_Mariano
test 300x250
In Evidenza
test 300x250