San Paolo Bel Sito, sigilli all’impianto di trattamento rifiuti

Redazione

Agenti del Distretto Nolano della Polizia Provinciale hanno apposto i sigilli di sequestro ad un trituratore mobile e un notevole quantitativo di rifiuti inerti...

SAN PAOLO BEL SITO - Gli agenti del distaccamento di Nola della Polizia Provinciale, agli ordini del tenente Andrea Valente, hanno sequestrato  un trituratore mobile, con relativo vagliatore, a servizio di un impianto di recupero di rifiuti speciali non pericolosi, e a più di 40 metri cubi di rifiuti costituiti da inerti da demolizione,  di una nota società a responsabilità limitata della zona.

Sono stati denunciati la proprietaria del terreno sig.ra B.A., e il gestore della società, sig. D.P.A. in relazione alla modifica sostanziale dell’impianto di recupero rifiuti, costituente fonte di emissione in atmosfera di sostanze nocive, attuata attraverso l’installazione di un trituratore mobile, in assenza della prescritta autorizzazione.

I poliziotti, infatti, in località Macello di San Paolo Bel Sito, hanno accertato che all’interno e nella conduzione dell’impianto non vi era il rispetto delle vigenti normative in materia ambientale. 

Gli agenti, inoltre, hanno riscontrato che all’ interno dell’ area stessa si svolgeva, in assenza della prescritta autorizzazione, un’ attività di stoccaggio, cernita e recupero di rifiuti, provenienti dall’attività di costruzione e demolizione, che al momento dell’ incursione giacevano, suddivisi per grandezza e tipologia, sulla nuda terra e all’ intemperie.

Il GIP ha convalidato il sequestro e contemporaneamente ha rinviato a giudizio la proprietaria del terreno e il titolare della ditta individuale, nonché gestore dell’ illecita attività.

foto coperta da copyright

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Angelo Bruscino
test 300x250
In Evidenza
test 300x250