Brusciano, nuova sparatoria per le strade cittadine

Redazione

--- AGGIORNAMENTO --- Sparatoria da via Cucca, di Brusciano, fino a via Roma, di Pomigliano D'arco

BRUSCIANO - E’ Far  West nell'hinterland.  Sparatoria con inseguimento da via Camillo Cucca  nel Comune di  Brusciano fino a via Roma nel comune di Pomigliano d’Arco.

 Esponenti di due clan rivali di Brusciano  si fronteggiano per la spartizione degli affari illeciti della zona.

 Stando alle prime indagini a fronteggiarsi sarebbero stati  esponenti di due clan rivali che si contendono il business della droga

 Nei pressi  della  Feltrinelli  all’altezza del bar Moccia, addirittura,  due esponenti del clan feriti con le pistole  in pugno hanno  minacciato  le auto in transito  per  essere portati in ospedale,

ma, a quanto pare, per la loro sfortuna, si sono imbattuti  in due esponenti delle forze dell’ordine in borghese, che li hanno bloccati ,  ammanettati e poi portati in ospedale.

Il  ferito è   Esposito Antonio, figlio di Esposito Luca , piantonato alla Villa dei Fiori di Acerra, mentre  Mocerino Paolo è stato condotto a Poggioreale. Secondo la ricostruzione dei carabinieri poco prima a Brusciano ignoti avevano esploso contro di loro diversi colpi d’arma da fuoco, raggiungendo Antonio Esposito ai glutei e al gomito.

Quest’ultimo e Mocerino erano quindi fuggiti a Pomigliano d’Arco in sella a uno scooter rubato. E  qui in via Roma,  lasciato il motoveicolo hanno continuato la corsa a piedi. I due ,   uno di loro zoppicava, parzialmente travisati e armati di pistole avevano tentato poi di rapinare una Fiat Panda per raggiungere più velocemente un ospedale.

 Perquisiti dai carabinieri, i 2 complici indossavano giubbotti antiproiettile e sono stati trovati in possesso di 2 pistole, 25 cartucce, un binocolo, 2 scalda colli e guanti.

 A Esposito sono state medicate le ferite d’arma da fuoco. Adesso è ricoverato nella clinica Villa dei Fiori di Acerra, piantonato dai carabinieri, non in pericolo di vita ed è in attesa di essere sottoposto ad intervento.

 Antonio Esposito, 33enne, e Paolo Mocerino, 23enne,  sono stati arrestati per tentata rapina, ricettazione e porto abusivo d’arma da fuoco.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net





Articoli correlati



Altro da questo autore



In Evidenza