Meta di Sorrento, fermata la banda delle slot: 3 arresti

redazione-

Nellafoto i ladri “specialisti” nell’assalto alle macchinette

META DI SORRENTO - Una spedizione che aveva permesso alla banda delle slot di incassare un tesoretto. Settantamila euro in denaro e tabacchi, il bottino da capogiro rubato da un bar sala slot di Meta dalla banda specializzata bloccata oggi dai carabinieri della compagnia Sorrento. Arrestati in tre.

Si tratta di Gennaro Torre, 27enne, Michele Natale, 29enne e Gennaro de Stefano, 25enne, tutti napoletani e già noti alle forze dell’ordine. Bloccati dai militari stamattina all’alba in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura, perché ritenuti responsabili di furto aggravato in concorso.

Le indagini svolte dai militari del nucleo operativo di Sorrento e coordinate dalla Procura hanno consentito di individuare la banda specializzata, con base nel quartiere San Pietro a Patierno a Napoli.

Nell’organizzazione tre pregiudicati entrati a svaligiare il bar. Ma dalle immagini della videosorveglianza gli inquirenti hanno anche ricostruito i percorsi e veicoli usati per l’incursione e finanche lo scrupoloso sopralluogo preliminare fatto giorni prima da alcuni componenti del gruppo che si erano finti clienti.

Nel video investigativo si nota la velocità e la maestria dei ladri nel forzare le blindature delle macchinette slot con grossi cacciaviti e piedi di porco, per poi riuscire a estrarre le cassette metalliche cariche di soldi.

Proseguono le investigazioni per far luce sull’eventuale rete di complicità necessaria all’organizzazione di un colpo simile in un’area tranquilla come quella dei comuni costieri della penisola sorrentina

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



MM_Mariano
test 300x250
In Evidenza
test 300x250