Dda, visita al reggente del clan Mallardo: abile al carcere

Redazione

GIUGLIANO IN CAMPANIA - Arrestato uno  dei reggenti del clan camorristico dei “Mallardo”, dopo una visita di controllo effettuata da un medico incaricato dalla Direzione Distrettuale Antimafia, che ha fatto emergere che  sue condizioni di salute sono compatibili con la carcerazione in istituto di pena.

 

 L’uomo stava scontando  agli arresti domiciliari una condanna  in primo grado a 8 anni di reclusione , per estorsione aggravata dal metodo mafioso  commessa a Giugliano nel 2012, per  motivi di salute.

So tratta di Giuliano Amicone, un 55enne del luogo già noto alle forze dell’ordine ,  ritenuto essere uno dei reggenti del clan camorristico dei “Mallardo”, operante per il controllo degli affari illeciti a Giugliano e nei comuni limitrofi.

 

Ad eseguire l’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal tribunale di Napoli su richiesta della Dda partenopea , sono stati i  carabinieri della stazione di Giugliano in Campania. L’uomo è stato condotto nel centro penitenziario di Secondigliano.

Foto di archivio

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net



Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250