Si fingono parenti e rubano ai malati nell’ospedale di Caserta: arrestati due coniugi

Antonio Franzese

La coppia originaria di Torre del Greco. Dopo la denuncia di una degente, la coppia è stata rintracciata e condotta agli arresti domiciliari

CASERTA - Si fingono parenti degli ammalati, così da poter avere libero accesso ai reparti dell'ospedale di Caserta e portare via oggetti personali dei degenti, soprattutto smartphone e telefoni cellulari.

Una coppia di coniugi – 31 anni lui e 27 lei – originaria di Torre del Greco, in provincia di Napoli, è stata arrestata per furto dagli agenti della Polizia di Stato. I due sono riusciti ad intrufolarsi in parecchie stanze e a portare via diversi oggetti preziosi: una paziente, però, si è accorta che dalla mensola accanto al lettino le mancava qualcosa e ha allertato le forze dell’ordine.

Marito e moglie, che nel frattempo si erano allontanati, senza destare sospetti, dall'ospedale, sono stati rintracciati dagli agenti della Sezione Volanti della Questura di Caserta, guidati da Michele Pota, non molto distante dal nosocomio, in via Tescione: la donna nascondeva, nella sua biancheria intima, due telefoni cellulari e un portafoglio rubati in tutto a tre pazienti.

Per la coppia di coniugi, dopo le formalità di rito, è stata disposta la custodia cautelare agli arresti domiciliari.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Antonio Franzese >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Angelo Bruscino
test 300x250
In Evidenza
test 300x250