Brusciano, risarcimento per mobbing al vigile Agostino Castaldo

Anita Capasso

BRUSCIANO - Persecuzioni e vessazioni sul lavoro di vigile urbano  svolto a Brusciano . Il giudice del lavoro del Tribunale di Nola dà ragione al brigadiere della polizia municipale  Agostino Castaldo, difeso dall’avvocato Fiorita Iasevoli.

L'agente  attualmente in servizio al comune di Mariglianella otterrà il  risarcimento per mobbing e le  ingiustificate sanzioni pecuniarie che gli furono comminate.

 Il giudice del lavoro Daniela Ammendola ,infatti,  condanna il Comune e l'ex sindaco di Brusciano , Angelo Antonio Romano, al risarcimento in merito alle sanzioni disciplinari applicate nel 2009 e 2011 all'agente,  mentre era in servizio.

Sono stati ritenuti ingiusti e vessatori i provvedimenti adottati nei riguardi del vigile Castaldo poi trasferitosi nel comune di Mariglianella. attraverso un procedimento di mobilità. In pratica alla vigilessa Maria Spadera subentrò Agostino Castaldo e viceversa.

Stando alla denuncia,  a Castaldo in particolare, venne anche contestato di tollerare il parcheggio di un' auto su un posto riservato ai disabili, senza che vi fosse il disabile a bordo, cioè la moglie dell'uomo.

Una situazione che spinse il vigile a lasciare il comune e ad  adire le vie giudiziarie. A testimoniare in suo favore sono stati alcuni colleghi. "Ci sono voluti anni e tante mortificazioni - commenta il vigile Castaldo- ma alla fine la giustizia ha trionfato".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore