Chiusi due centri massaggi: si effettuavano prestazioni sessuali.

Redazione

CASAVATORE - NAPOLI -Chiusi due  centri massaggi, gestiti da cittadini di etnia cinese, dove  invece dei classici massaggi si effettuavano prestazioni sessuali.

 A scoprire la reale attività dei due centri massaggi sono stati i  finanzieri del comando provinciale della guardia di finanza di Napoli, nel comune di Napoli e di Casavatore  

Dopo una complessa attività d’indagine, eseguita con numerosi appostamenti  dei frequentatori dei centri massaggi, è stato accertato  che nei  due locali  erano proposte prestazioni sessuali in cambio di danaro.

Durante l’ispezione   degli ambienti, i finanzieri hanno trovato piiccole stanze, allestite con luci soffuse e musica di sottofondo, in cui  era istallato un lettino per massaggi e in alcune anche una vasca idromassaggio.

Ai 4 responsabili, 3 uomini e 1 donna, rispettivamente di anni 45-40-37 e 43, originari della provincia dello Zhejiang e regolarmente residenti in Italia, sono state  contestate, dalla procura della repubblica di Napoli nord, le violazioni di cui all’art. 3 della legge n. 75 del 20 febbraio 1958, c.d legge “Merlin”.

Foto di archivio

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250