Tassa di soggiorno evasa in Penisola Sorrentina: nei guai 133 albergatori

Redazione

Penisola Sorrentina - 133 rappresentanti legali di strutture ricettive della penisola Sorrentina, operanti nei comuni di Massa Lubrense, Sant’Agnello e Sorrento,  sono stati segnalati alla procura della repubblica di Torre Annunziata  perché dal 2012 al 2016 hanno omesso o ritardato il versamento dell’imposta di soggiorno a favore dei rispettivi enti locali per oltre un milione di euro.

 I finanzieri della tenenza di Massa Lubrense, coordinati dalla procura della repubblica oplontina, dopo una prima fase investigativa eseguita sulle modalità di riscossione dell’imposta di soggiorno da parte dei gestori di alcune strutture ricettive della penisola sorrentina, hanno individuato cinque responsabili che si erano appropriati dell'imposta di soggiorno.

Così le indagini si sono estese e sono stati scoperti altri 128 rappresentanti legali di strutture alberghiere anch'essi autori di analoghe condotte penalmente rilevanti in danno degli enti locali.

L'operazione  ha portato alla luce versamenti irregolari per 1.090.901 euro e versamenti mai corrisposti alle casse comunali per euro 349.714. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore