Nola , disturbo campo magnetico nel parcheggio del Mercato

Redazione

NOLA –  Denuncia di un nostro lettore su una disavventura che gli è capitata a Nola,nel parcheggio del Mercato: lo denuncio per  evitare che altri lettori possano ritrovarsi nelle mie stesse condizioni in un prossimo futuro.

 Pare che  a giorni alterni – denuncia  Giuseppe Sabatino  - ci sia un campo magnetico sulla zona, che impedisce alle macchine con accensione elettronica anche di chiudere  l’auto. Questo il suo dettagliato racconto:

 

“ Il  gennaio alle ore 11:00 circa, ho parcheggiato la mia autovettura Fiat 500x, con accensione elettronica, nel parcheggio “mercato” del comune di Nola, proprio alle spalle del Tribunale e nelle immediate adiacenze della stazione centrale. Subito dopo aver effettuato il pagamento alla colonnina del parcheggio e ritirato il tagliando, l’ho apposto sul cruscotto dell’auto e quindi ho proceduto  a chiudere l’auto con il telecomando.

Con mio grande stupore non riuscivo a chiudere l’autovettura con il telecomando.  L’addetto ai controlli del parcheggio, solo allora mi informava che i telecomandi da circa un ora in quell’area non funzionavano e pertanto avrei dovuto spostare l’autovettura una cinquantina di metri più avanti ovvero, dopo la prima metà del parcheggio. I problemi sono ulteriormente seguiti in quanto la mia autovettura, come anche quella di altri clienti, ha l’accensione elettronica. In breve parole, non riuscivo a chiudere l’auto ma nemmeno ad avviarla.

A detta dello stesso operatore del parcheggio,  questa cosa si ripete già da qualche tempo, a giorni discontinui,  ogni volta per un paio di ore circa; e che tale questione era già stata segnalata più volte alla Polizia Municipale di Nola,  ma che non erano mai state effettuate verifiche in merito.

A questo punto pensato di  contattare telefonicamente anche io la polizia municipale, per informarla della questione, ovvero che a seguito di qualche disturbo di campo magnetico, ero impossibilitato a ritirare la mia autovettura dal parcheggio  e di non poterla spostarla neanche di un metro, visto che non potevo disattivare nemmeno il bloccasterzo, poiché era impossibile avviarla.

Solo verso le ore 12:00 – 12:30 circa sono riuscito, così come altri, ad avviare il motore e ad utilizzare il telecomando dell’autovettura”.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore