Area nolana: le emergenze territoriali saranno gestite in ottica sovracomunale

Viviana Papilio

"I piani di protezione civile sovracomunali sono il frutto di un modo di intendere la sicurezza dei cittadini in una dimensione che va oltre i confini dei singoli territori. Avere sistemi efficienti nei vari Comuni e poi non riuscire a farli interagire rischia di vanificare ogni azione messa in campo. L'interazione fra i due piani approvati permetterà di gestire eventuali emergenze tutelando una popolazione di oltre 120mila abitanti".
E’ quanto dichiara Vincenzo Caprio, amministratore unico dell’Agenzia di sviluppo Area Nolana, in riferimento alla recente approvazione da parte della Regione Campania di due piani redatti dall’Agenzia e finalizzati alla gestione territoriale dei rischi naturali. Uno di questi riguarda il territorio che con Nola capofila comprende i Comuni di Cicciano, Comiziano, Tufino, Casamarciano, San Paolo Bel Sito, Saviano e l'altro, con Marigliano capofila, i Comuni di Mariglianella, San Vitaliano e Scisciano.
L'approccio scientifico e metodologico è dunque completamente nuovo, non solo per l'area che ne sarà destinataria, ma anche per il territorio regionale.
"La tutela dei cittadini rappresenta una priorità per ogni amministratore. Agevolare ogni attività che vada in questa direzione - spiega il sindaco di Marigliano Antonio Carpino, presidente del Tavolo dei Comuni dell'Agenzia - è un imperativo. I piani di protezione civile sovracomunali rappresentano pertanto un valido alleato in un territorio come il nostro che, sovrastato dal Vesuvio ed attraversato dai Regi lagni, non è al riparo da rischi e pericoli”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Viviana Papilio >>




Articoli correlati



Altro da questo autore