Marigliano, emergenza rifiuti : l'Amministrazione contro l'ipotesi di un sito di stoccaggio

Redazione

MARIGLIANO - Il sindaco Antonio Carpino in un lungo post rassicura i cittadini di Marigliano  che il Comune è contrario ad ospitare un sito di rifiuti temporaneo. Queste le sue parole:

"Il Comune di Marigliano è assolutamente contrario all'ipotesi di ospitare un sito di stoccaggio temporaneo di rifiuti . Da oltre undici anni il sito di Boscofangone, di proprietà regionale e gestito da Sapna, ospita circa 50.000 tonnellate di ecoballe. Dall'anno scorso, grazie a questa amministrazione regionale, è iniziata la rimozione e ne restano meno della metà.

Proprio quando il problema sembrava avviato a soluzione definitiva, Sapna propone tra i vari siti di stoccaggio temporaneo nuovamente quello di Marigliano.

È INACCETTABILE!. È inaccettabile lo scaricabarile tra Regione, Città Metropolitana, Sapna, Enti d'ambito, nonché il disinteresse di tanti altri Comuni che aspettano che la risoluzione del problema scenda dal cielo.

La nostra città ha già dato. Ogni Comune predisponga siti di stoccaggio temporaneo di rifiuti per le proprie esigenze. Noi lo abbiamo fatto e siamo pronti con il nostro sito realizzato oltre dieci anni fa, oggi adeguato e sufficiente per le nostre esigenze.Abbiamo una situazione ambientale catastrofica. Non possiamo ospitare neanche un chilo di rifiuti.

Invece chiediamo quanto segue: bonificare i 23 siti inquinati di interesse regionale, già censiti e per i quali nulla è stato fatto. Bonificare definitivamente il sito Agrimonda. Quantificare il ristoro che spetta al Comune di Marigliano per aver ospitato per oltre undici anni 50.000 tonnellate di ecoballe. Verificare la eventuale contaminazione del suolo e sottosuolo, nonché della falda acquifera, in prossimità del sito di ecoballe di Boscofangone. In caso di contaminazione vietare il conferimento di ogni tipo di rifiuti, rimuovere le ecoballe ancora presenti e provvedere immediatamente alla bonifica.

Su questo non si transige.  Siamo pronti ad assumerci ogni responsabilità, ad aprire un contenzioso con i responsabili in sede civile e penale, in quanto siamo al cospetto di un vero e proprio disastro ambientale.

È una battaglia che deve vedere unita tutta la città, senza distinzione di colore politico. Proprio per questo lunedì si terrà la riunione dei capigruppo di tutti i partiti affinché di comune accordo si possano intraprendere tutte le iniziative necessarie".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore