Nola, rapina e botte a due ultraottantenni: in manette badante e due complici georgiani

Redazione

NOLA - Arrestate due  persone di nazionalità georgiana perché ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di rapina e lesioni personali in concorso e pluriaggravati. commessi ai danni di due anziani coniugi ultraottantenni nella propria abitazione.

 Ad eseguire l’arresto sono stati i carabinieri della Sezione Operativa del N.O.R.M di Castello di Cisterna e di Sant'Anastasia su un ordine  emesso dal G.1.P. del Tribunale di Nola  in data 5.2.2020, nell'ambito di un'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Nola.

 I due fermi seguono  l’arresto di una terza persona connazionale ritenuta concorrente nei medesimi reati.

I provvedimenti giudiziari scaturiscono da una complessa attività di indagine  diretta e coordinata dalla Procura di Nola che ha, in particolare, consentito di:

-   ricostruire nel dettaglio i ruoli di ciascuno degli indagati nell'esecuzione della efferata e premeditata azione delittuosa: in particolare quello di  ideatrice,  esecutore  e  basista,  nel corso della quale una delle vittime era stata immobilizzata mediante l'uso  di  fascette  di plastica e immotivatamente percossa con inusitata violenza, nonostante non avesse posto in essere alcun tentativo di difesa;
-   acquisire elementi sulle responsabilità degli arrestati nella commissione del reato
-   sottoporre gli indagati. in Napoli e in Bari presso l'aeroporto internazionale "Karol Wojtyla",a fermo di indiziato di delitto. scongiurando. quindi, il concreto pericolo di fuga dal territorio nazionale .

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore