Nola, pericolo coronavirus: chiuso l'intero ospedale. Un medico positivo

Anita Capasso

NOLA -  Covid 19 all' ospedale di Nola. Chiuso l’intero ospedale. La direzione dell’ospedale Santa Maria della Pietà di Nola ha deciso di chiudere l’intero ospedale, compreso il pronto soccorso, dopo che è risultato positivo  al test del coronavirus un medico del nosocomio. Lo conferma l'addetto alle comunicazioni dell'Asl Na3 Sud.

 Si tratta del sindaco di Saviano Carmine Sommese che è  risultato positivo ai test finalizzati ad accertare il terribile virus che sta falcidiando l' Italia . Problemi alla chirurgia d' urgenza e alla villa Santa Maria di Baiano. La notizia ha gettato nello sconforto l' intero nolano.  

L'ospedale sarà chiuso tutta la giornata di oggi per disinfettazione dell'intero nosocomio e riaprirà sicuramente domani.

 Carmine Sommese, il primo cittadino  invita tutte le persone che sono state in contatto con lui a mettersi in quarantena.  Ecco cosa scrive il medico a cui va la solidarieta' dei colleghi e della cittadinanza tutta:

"Carissimi, solo nelle ultime ore ho avuto la conferma di essere positivo al Covid-19. Sto bene, ma dovrò rimanere in isolamento per i prossimi giorni, mettendo in campo tutte le risorse per proseguire il mio lavoro.

Per ovvie ragioni, chiunque abbia avuto contatti con me nelle scorse due settimane dovrà contattare immediatamente le Autorità sanitarie, allorquando dovessero manifestarsi sintomi comuni del coronavirus (febbre oltre 37,5 gradi, difficoltà respiratorie, tosse). Nell’interesse di tutti, vi invito ancora una volta a restare in casa, rispettando rigorosamente e con senso di responsabilità, tutte le misure adottate per la prevenzione ed il controllo della diffusione del coronavirus. La mia professione di medico ed il mio ruolo di Sindaco mi hanno inevitabilmente esposto ad un maggiore rischio di contagio. Spesso si rimane feriti da ciò che più si ama, dal mio aver combattuto, in prima linea e senza risparmiarmi, la battaglia che tutti noi stiamo vivendo. Attinto da una malattia silente e diventato paziente, rafforzo il mio amore per la medicina e la dedizione alla mia cittadina, perché la mia esperienza di contatti umani e di quanti a me si sono affidati mi ha reso migliore, oggi più di ieri. Tornerò presto a contrastare questa emergenza sanitaria, insieme NE USCIREMO VINCITORI.
A presto,
Carmine Sommese".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore