Marigliano, avviato procedimento di annullamento del permesso a costruire a Rigenera

Anita Capasso

Nota di RI-GENERA s.r.l.

MARIGLIANO  - Avviato il procedimento di annullamento del  permesso a costruire della società di trattamento rifiuti Rigenera , afferente al gruppo Bruscino. Su disposizione della Procura di Nola il maresciallo della polizia municipale , Emiliano Nacar, ha ravvisato delle incongruenze sulle autorizzazioni e l' ufficio tecnico ha bloccato la concessione regionale . L' impianto  era destinato a smaltire 200 mila tonnellate di rifiuti pericolosi e non  all' anno .

 Contro il progetto di Rigenera si scagliarono anche  4.000 cittadini che firmarono in piazza una  petizione anti rifiuti . Ad opporsi in maniera serrata al provvedimento sono stati i Verdi con Saverio Lo Sapio , ambientalista, a capo dell' associazione Oxigeno.

 " Questa autorizzazione avrebbe comunque inferto un altro colpo di grazia a questo territorio già vilipeso e devastato. Per adesso è stato bloccato l’arrivo di 200.000 tonnellate di rifiuti all’anno”.

 La protesta scattò  ad ottobre quando la Regione diete il via libera alla concessione. Lo Sapio sollecitò  il comune per impugnare l' autorizzazione. "Il tribunale  - dichiara Lo Sapio - accolse  il ricorso del Comune assistito dall' avvocato Maurizio Balletta di Benevento.

Il Tar, infatti, -  conclude Lo Sapio -  ha chiarito che il decreto della Regione era solo un semplice parere". La Regione  in questi giorni di piena emergenza Coronavirus però ha dato un nuovo parere favorevole. Il 20 gennaio scorso i Verdi hanno depositato una nuova denuncia alla Procura della Repubblica di Nola ed un’altra, per conoscenza è stata consegnata al Comandante della Polizia Locale Dott. Emiliano Nacar.

 In uno dei passaggi  cardine dell’indagine prodotta dal Comandante Nacar  che ha portato al procedimento di annullamento si legge: "Solo dopo l'azione di acquisizione degli atti da parte  della Procura  della Repubblica  di Nola   e   il   chiarimento   sulle  procedure,   si  è avviato il procedimento   tendente, all'annullamento; in spregio di ciò, il dirigente regionale(Raimondo) a conoscenza delle questioni  rilascia   autorizzazione   integrata  ambientale  non   legandola  al  PDC  58/2015 illegittimo; nel sue valutazioni e considerazioni fa un passaggio aleatorio su un PDC generico,  smentendo quanto precisato in maniera chiara dal suo RUP( Limone)".

 L' ufficio tecnico ha avviato il procedimento di annullamento del permesso a costruire.

 

 Nota  di chiarimento di RI-GENERA s.r.l.

In data 20 mar 2020, ore 9:29, codesta Redazione ha pubblicato l’articolo web recante il seguente Titolo: “Marigliano, avviato procedimento di annullamento del permesso a costruire a Rigenera”.

Nel predetto articolo viene affermato che: “Il tribunale accolse  il ricorso del Comune assistito dall' avvocato Maurizio Balletta di Benevento. Il Tar, infatti, ha chiarito che il decreto della Regione era solo un semplice parere”.

Sul punto giova precisare che il Tar Campania, Napoli, Sezione Quinta, con ordinanza n.95 del 16 gennaio 2020 ha rigettato - e non accolto - la domanda di sospensiva connessa al ricorso proposto dal Comune di Marigliano avverso il Decreto VIA in favore della scrivente società (cfr. ordinanza allegata).

Si porta, altresì, alla conoscenza della S.V. che con Decreto della Giunta Regionale n.65 del 5 marzo 2020, la Regione Campania ha rilasciato l’Autorizzazione Integrata Ambientale e che, pertanto, l’iniziativa promossa dal Comune di Marigliano con l’avvio del procedimento in autotutela del P.d.C. rilasciato nell’anno 2015 alla scrivente, contrasta con i provvedimenti regionali.

Per le ragioni sopra indicate si chiede dunque di rettificare l’articolo in questione riportando la correttezza formale e sostanziale degli accadimenti.

In mancanza, non viene correttamente esercitato il diritto di cronaca con tutte le conseguenze, anche sul piano penale, di tale circostanza.

Si precisa, in ultimo, che la società Ri.Genera adotterà tutte le misure, giudiziali e stragiudiziali, avverso le iniziative del Comune di Marigliano e/o di altri soggetti che ostacolino la realizzazione dell’impianto in parola.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore