Somma Vesuviana, supermercati chiusi alle 18.

Anita Capasso

SOMMA VESUVIANA - Il sindaco  Di Sarno  ringrazia tutte le categorie impegnate a svolgere servizio di pubblica utilità e invita a non fare speculazione sui prezzi 

 

Di Sarno: “Da più parti mi segnalano rincari di prodotti alimentari, verificheremo.  Italia in campo non solo con gli operatori sanitari. Un grazie dobbiamo gridarlo dai balconi anche a tutta la scuola italiana. Insegnanti che stanno lavorando 12 – 15 ore al giorno per garantire agli studenti uno svolgimento a distanza delle lezioni. Grazie, grazie, grazie”.  

“Oggi ho ordinato la sospensione di tutti i cantieri edili pubblici e privati, fatte salve le situazioni di urgenza. Ho disposto che al Comando di Polizia Municipale spetta l’esecuzione e agli altri Agenti della Forza Pubblica spetta la vigilanza per l’esatta osservanza di tale provvedimento. Inoltre con ordinanza 66 ed immediata entrata in vigore ho ordinato che dal Lunedì al Sabato incluso, tutte le attività attualmente aperte al pubblico siano chiuse alle ore 18 , tranne Farmacie e Parafarmacie il cui orario di apertura e di chiusura rimarrà invariato come anche le rispettive turnazioni. Ho ordinato che la Domenica mattina tutte le attività siano chiuse alle ore 12, tranne ovviamente Farmacie e Parafarmacie. Lo spostamento è consentito solo per comprovate ragioni di emergenza sanitaria di salute e di lavoro. Ho ordinato che gli spostamenti di cui prima, effettuati con propri mezzi di trasporto , siano limitati ad una sola persona. ripeto in auto potrà esserci una sola persona”.

 

Lo ha dichiarato il sindaco di Somma Vesuviana, Salvatore Di Sarno. Somma Vesuviana è  il comune del napoletano dove si sono registrati 3 casi dall’inizio dell’emergenza. 

Il sindaco chiede chiarimenti ai rappresentanti, gestori e proprietari di supermercati.

“Da più parti – ha continuato Di Sarno – i cittadini mi segnalano rincari dei costi di prodotti alimentari. Mi accerterò di questo, verificherò e chiederò eventualmente i dovuti chiarimenti a norma di legge e nel caso dovessero esserci rincari se dovesse dipendere dalla filiera o meno”.

 

Ai gestori di telefonia mobile e fissa:

“Chiedo ai gestori di telefonia mobile e fissa di verificare costantemente il funzionamento di internet e della rete di collegamento che magari potrebbe essere in sovraccarico e di venire incontro alle esigenze di tutti. So che lo state facendo e vi ringrazio ma ora tali servizi sono ancora più importanti. Attraverso tali servizi possiamo garantire la scuola a distanza – ha concluso Di Sarno - il lavoro a distanza ma anche l’assistenza sociale. Ringrazio tutto il corpo docente, tutti gli insegnanti che alla pari degli operatori sanitari stanno profondendo il massimo sforzo. Siamo fieri di voi e rappresentate la parte più bella dell’Italia.

Ringrazio tutti i dirigenti scolastici. Giusto che si sappia di persone che stanno lavorando 12 – 15 ore ed anche più al giorno per garantire ai ragazzi uno svolgimento degli studi. Per un insegnante il solo guardare il proprio alunno negli occhi è l’anima di quella che considero una missione: insegnamento. Io sto con voi. Il sindaco c’è. Sarebbe bello un flashmob, dandosi appuntamento, data ed ora per dire da tutti i balconi d’Italia: grazie alla scuola italiana, grazie a tutti gli insegnanti e dirigenti scolastici. Inizio a dirlo io”. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore