Cise: allarme dei consorzi industriali

Anita Capasso

Scatta l' allarme dai consorzi industriali. l' impatto economico del Covid 19 è devastante.

“Per far ripartire l’industria c’è bisogno di acqua, depuratori, manutenzione della viabilità e vigilanza”. situazione grave al sud. Ecco l' appello del presidente del Cise, Giuseppe Romano.

“Siamo pronti a far ripartire  le industrie, entro poche settimane, ma i consorzi industriali devono essere aiutati dal Governo”. La richiesta urgente al Ministero per lo Sviluppo Economico viene dal Presidente della Confederazione italiana per lo sviluppo economico, Giuseppe Romano.

“Nel fronteggiare l’emergenza Covid19, la funzione dei consorzi industriali nelle aree di sviluppo (ASI) è fondamentale per lo svolgimento quotidiano delle attività imprenditoriali.”

“Al Sud la situazione si aggrava sempre di più” - avverte Romano. ”Pensare alle forniture idriche, ai servizi di depurazione, alla manutenzione della viabilità e ai servizi di vigilanza, sono indispensabili per la ripresa effettiva delle attività e per intravedere concretamente lo sviluppo”.

“La natura giuridica delle ASI, che sono enti pubblici economici, finisce per farli escludere quasi sempre  dagli incentivi economici, messi in campo dal Governo per scongiurare la crisi”.

“La Confederazione — conclude il Presidente della CISE, Romano - fa un appello urgente al Presidente del Consiglio affinché garantisca la sopravvivenza delle ASI, con aiuti da parte del sistema bancario e dalla Cassa Depositi e Prestiti, prevedendo che la garanzia venga fornita dal MISE e dalle Regioni di appartenenza”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore