Napoli, anche libri nei Panari solidali. Grazie alla libreria Dante e Descartes

Mariacarmen Fiorenza

La famosa libreria napoletana Dante e Descartes mette anche libri nei così detti panari solidali

La famosissima libreria napoletana Dante e Descartes, con grande generosità, elemento fondamentale perché si parli di cultura , nel suo significato più autentico, mette libri nei così detti "panari solidali". 

Con una foto su Facebook Raimondo e Giancarlo di Maio, i famosissimi propietari della pittoresca e preziosissima libreria di antiquariato, famoso tra i lettori napoletani più indomiti e gli studenti più curiosi, annunciano di aver elargito alcune copie di "Napòlide", capolavoro di Erri de Luca.

 "Oggi nel paniere solidale abbiamo lasciato un libro speciale "Napòlide" di Erri De Luca, venti test(i) su Napoli, perché come ha scritto l'autore: La solidarietà è il miracolo dei pani e dei pesci." Scrivono.

Tre elementi di preziosa cultura napoletana diventano un grande esempio di cultura nostrana, di indiscussa elganza umana e spirituale: il Panaro, cesto di endemica identità partenopea, la libreria Di Mario, fiore all'occhiello del mercato librario nostrano e grande Mercurio, cioè messaggero, della letteratura, ed Erri de Luca, letterato di straordinaria sensibilità,in grado di sfiorare con misericordia tutti i meandri delle difficili, e indistinguibili, sfumature dell' umanità Partenopea.

Un regalo per Pasqua, perché tutti possano nutrire lo spirito, oltre che il corpo con quella solidarietà che è "il miracolo dei pani e dei pesci".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Mariacarmen Fiorenza >>




Articoli correlati



Altro da questo autore