Pomigliano, don Peppino Gambardella in prima linea

Anita Capasso

POMIGLIANO.  La chiesa di don  Peppino Gambardella in prima linea, impegnata per far fronte alle difficolta' delle famiglie finite in povertà, a causa del Coronavirus, continua ad oltranza a sostenere la popolazione. Ecco cosa scrive don Peppino:"

"Riprendo le comunicazioni dopo diversi giorni nei quali in realtà non c’è stata pausa sia nelle donazioni che nella distribuzione dei viveri.
Siamo in una fase nuova nella vita dei nostri assistiti che oltre al nostro aiuto costante hanno ricevuto il contributo governativo che consentirà loro di fare acquisti nei supermercati della città di alimentari e di quanto possa occorrere in famiglia.

In questi giorni di festività della Santa Pasqua abbiamo notato l’intensificarsi delle raccolte condominiali  e della dedizione di alcuni volontari come Salvatore Esposito ed un gruppo a lui collegato.

Va dato anche un riconoscimento all’opera della Protezione Civile con l’attiva collaborazione dei giovani che ne fanno parte".  Don Peppino ringrazia anche le attivita' commerciali :"

Un grazie riconoscente va anche al panificio Ruggiero che insieme al panificio Eccellenze Campane che non ci hanno fatto mai mancare il pane in tutti questi giorni".  Tra le difficoltà emergono quelle di numerose famiglie ".

"Nella distribuzione dei viveri- chiarisce don Peppino-   incontriamo famiglie in attesa di aiuto, singole persone che vivono nella solitudine, soprattutto anziani, spesso in stato di depressione, e molti lavoratori che soffrono nell’inattività ed alcuni di essi che sono lavoratori in nero, evidenziano uno stato di povertà assoluta, non potendo contare sui contributi di disoccupazione ed altre provvidenze"

Gli operatori della Caritas oltre a portare gli alimenti a domicilio diventano anche angeli consolatori per loro. Intanto il sacerdote sempre al fianco dei bisognosi afferma

"Dovrei anche dare un ringraziamento particolare a quanti hanno dato il loro generoso contributo economico o consegnando personalmente nelle mie mani la loro offerta o provvedendo attraverso l’accredito bancario.
Per tutti loro mi riprometto di fare giungere personalmente il dovuto ringraziamento appena avrò la possibilità di disporre dei loro indirizzi.

Intanto ci prepariamo a fare un nuova distribuzione di viveri nella prossima settimana dopo aver fatto il carico al Banco Alimentare dì Fisciano"

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore