Esplosione Adler Evo Ottaviano: il boato ha interrotto il silenzio della quarantena

Nicola Riccio

Il commento Pomo Salvatore, segretario della UGL Chimici di Napoli

OTTAVIANAO - “C’è chi si emozionava nel risentire alcuni aerei ripassare sulle città, ed il frastuono di qualche auto in più per strada, ma ad Ottaviano la calma apparente è stata interrotta dal Boato dell’Esplosione del sito Adler Plastic”.

Questo il commento di Salvatore Pomo segretario della UGL Chimici di Napoli sul terribile incidente accaduto nelle prime ore del pomeriggio nella fabbrica ottavianese.

“Solidarietà - continua il segretario- e vicinanza ai lavoratori coinvolti nell’incidente ed hai familiari del lavoratore che ha perso la sua Vita, troppo volte abbiamo detto che è inaccettabile sentire che si muore lavorando!”

Chiude il sindacalista: “Questa doveva essere la tanto attesa ripartenza, si dovranno interrogare azienda ed istituzioni per capire quali motivazioni hanno portato ad un incidente così drammatico, tenere fermi, però, impianti di grosse portate per 60 giorni può comportare sicuramente problematiche che, come in questo caso, possono trasformarsi in tragedia.”

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Nicola Riccio >>




Articoli correlati



Altro da questo autore