Marigliano, un brindisi al degrado della villa comunale

Anita Capasso

--- FOTO ---

MARIGLIANO - Un drink in villa comunale. Venghino lor signori.  È  il brindisi  a cui all' ultimo momento qualcuno ha rinunciato. Erba alta, rifiuti tra cui cartoni di pizza, bottiglie di birra   e abbandono più totale: benvenuti nel salotto buono della città.

I segni dei bivacchi sono evidenti. E' uno sfacelo la villa,  chiusa con ordinanza sindacale per evitare assembramenti, durante la pandemia del Covid 19.  Chiusa ?  Diciamo che il cancello principale e quelli laterali sono chiusi. Si entra però dal retro, lato ex chalet delle Magnolie. Paradosso? Effettivamente sì. 

Biglietto da visita  retrostante: cassonetti ricolmi d' immondizia che vi portano direttamente nella villa della vergogna. La pavimentazione a terra è completamente dissestata e in alcuni tratti inesistente. Le panchine? Qualcuna divelta, altre spostate e posizionate una di fronte all' altra per incontri hot.   Che dire poi dei marciapiedi che la costeggiano , lato palazzetto dello sport di via De Vito? C' è un bella buca profonda , simile ad una voragine. Ci dicono che è lì da due anni.

Sarà vero?  Ieri alle 13 a piazza Municipio c' era anche un  bel sacco d' immondizia seduto su una panchina. Benvenuti in città . Il lockdown non c' entra niente, non può essere utilizzato come scusante. Il Covid 19 prolifera ancora di più negli ambienti degradati. 

L' abbandono è palpabile ovunque nella città ritornata alla vita . Davvero un brutto spettacolo per i cittadini che scendono in piazza e che non possono più godere degli spazi pubblici,  ostaggi d' incuria e  monnezza. Le immagini che vedrete sono eloquenti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>


Galleria



Articoli correlati



Altro da questo autore