Denunciati due bracconieri dai forestali di Marigliano e dalle guardie LIPU

Redazione

Sequestrati due fucili, tre richiami elettromagnetici, altoparlanti, reti, munizioni e due quaglie.

ACERRA -  I  Carabinieri Forestali della Stazione di Marigliano insieme alle Guardie della LIPU, tutti guidati dal Maresciallo Ordinario Alessandro Cavallo, durante un pattugliamento del territorio, sono stati attratti dal suono metallico riproducente il verso dei tordi

Guidati dal suono sospetto, la squadra mista antibracconaggio ha sorpreso due uomini, armati ed attrezzati di tutto punto, pronti a far fuoco sulle prede. Dai controlli è emerso che un uomo esercitava la caccia non avendone titolo poiché  possedeva il solo porto d’armi sportivo che, naturalmente, gli verrà revocato: i due sono stati denunciati a piede libero.

Durante le operazioni  sono stati sequestrati  due fucili, tre richiami elettromagnetici, altoparlanti, reti da cattura di fauna selvatica e numerose munizioni.  Sono state trovate, inoltre,   due quaglie che sono state  sequestrate e liberate  nelle campagne adiacente in una  località idonea nel loro habitat naturale per evitare loro un successivo stress da cattura e detenzione in cattività .

 

 “Ancora armi sequestrate e bracconieri denunciati – afferma Fabio Procaccini, Delegato LIPU di Napoli – è una guerra senza fine. Loro braccano gli animali selvatici e noi bracchiamo loro nella speranza di riportare ordine e fermare queste gratuite morti  nella natura. Il sacrificio dei militari e dei volontari è notevole e la fatica è davvero tanta. E’ oramai necessario che, giunti al 2020, ci si ponga il serio obiettivo di chiudere definitivamente la caccia su tutto il territorio nazionale – conclude determinato Procaccini”.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



ASM G. Menichini
test 300x250
In Evidenza
test 300x250