Napoli, aggressione al rider derubato dello scooter. De Magistris: una pagina indegna e criminale

Paolo Isa

Per Gianni Lanciano, disoccupato dopo 15 anni di lavoro nella grande distribuzione , sposato e con due figli, è scattata una gara di solidarietà sia per una raccolta di fondi per consentirgli di comprare un nuovo scooter sia per offrirgli un posto di lavoro più adatto a un cinquantenne.  

"L'aggressione al rider avvenuta a Napoli è una pagina indegna e criminale in un momento così terribile” commenta il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris “ Evidenzia la precarietà di un lavoro non di rado espletato senza adeguate garanzie; la violenza di una banda di criminali che agisce indisturbata senza che nessuno intervenga; la desertificazione dei territori dovuta ad una pandemia che sta piegando le nostre città".

   "Mi auguro che i responsabili di questa brutale aggressione siano presto assicurati alla giustizia” continua il Sindaco “ e che la vittima possa ritornare a lavorare con un nuovo motociclo e con maggiore serenità  Solidarietà della città di Napoli al lavoratore aggredito e vicinanza a tutti quelli che non si fermano nonostante, non di rado, lavorino in condizioni davvero inaccettabili".

Diversi cittadini, intanto, hanno contribuito a una raccolta fondi online per il fattorino.

Sulla mia pagina Facebook ,spiega il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, che per primo ha pubblicato il video dell'aggressione – “ci sono già tante dimostrazioni di solidarietà concreta tra cui quella di un calciatore che ha offerto 2.500 euro"

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Paolo Isa >>




Articoli correlati



Altro da questo autore