Marigliano, rapporto monitoraggio droni: mappato il 40 per cento del territorio

Anita Capasso

MARIGLIANO - Reso noto il rapporto della mappatura, effettuata con i droni delle aree soggette a sversamento dei rifiuti.

In sintesi nel  2020 nel settore territoriale a nord del nucleo urbano di Marigliano  sono state oggetto di monitoraggio le aree comunemente caratterizzate da scarichi illegali ed incendio di rifiuti indifferenziati.

Si tratta di siti di abbandono che si localizzano principalmente lungo strade periferiche isolate e alvei torrentizi della rete dei Regi Lagni Nolani, destinati naturalmente alle acque di ruscellamento incanalato.

A darne notizia è il comandante della polizia locale, Emiliano Nacar. E' stato monitorato circa  il 40 per cento  del territorio. L'  obiettivo e'  di coprire tutti i suoli  per creare la mappa ed il catasto dei rifiuti. Si intende  identificare tutte le aree  ridotte a  pattumiera negli ultimi 20 anni.

Una volta identificati i siti  e proceduto agli accertamenti con gli uffici competenti saranno intraprese le attività di bonifica compatibilmente con le risorse a disposizione. Intanto un primo  risultato e' stato raggiunto.  L'area sottoposta a sequestro, a via Ponte dei Cani, nel luglio 2020 sarà  bonificata da parte della  Gori.

La prossima settimana i droni  della Cabina di Regia Terra dei Fuochi saranno di nuovo in volo in tutta area di Napoli e Caserta. Un  nuovo monitoraggio aereo sarà effettuato  a Marigliano e Nola anche con le altre forze di Polizia.

Foto di archivio

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore