Mariglianella, Giardini di Marzo nel degrado

Anita Capasso

--- FOTO ---

MARIGLIANELLA. "Giardini di Marzo" nel degrado. Macchie di sangue vicino alle panchine e nei pressi degli spalti con siringhe lasciate a terra da chi si è bucato per l' ennesima volta affidando la sua vita all' eroina. E dire che proprio qui c' è un monumento in  ricordo di Luigi, un giovane ventenne che fu distrutto dalla droga dei poveri e che nella notte del 31 dicembre, ormai privo di vita per un overdose, fu lasciato sul selciato.

 

  Ciò dovrebbe fungere da monito e invece c' è ancora chi si buca devastando la propria vita e quella dei propri cari. La denuncia viene dall' Associazione "VEAM La Fenice”  che ha ricevuto segnalazioni da parte dei cittadini.  Degrado e immondizia fanno da cornice al verde pubblico, negli stessi luoghi dove giocano i bambini. Sono chiare ed evidenti le tracce dei continui bivacchi con lattine, cartoni della pizza e tanti altri rifiuti ancora.

Sullo sfondo il rione IACP e la gente che ha diritto a vivere in sicurezza. L' associazione ha provveduto a raccogliere le siringhe perché altro non può fare ...i volontari dicono che in passato sarebbero stati diffidati e che quindi non possono pulire. Intanto tra tanto abbandono  c' è anche chi sogna una casa sull' albero e provvede a costruirla su un' essenza arborea pubblica, noncurante delle autorizzazioni comunali. Ci avevano già provato nel 2019. Si teme per l' incolumità dei bambini. Le strutture vanno collaudate, autorizzate e costruite da chi di dovere.

Sembra una favola moderna, ma anche le favole quando si tratta di pubblica incolumità' devono attenersi alle norme tecniche. C’è un forte bisogno nella città di Mariglianella di costruire, nel medio e lungo periodo, una rete civica dal basso, mettere assieme le realtà straordinarie che operano nel quotidiano, la bella politica, la società civile, i movimenti, l'associazionismo, le esperienze resistenti. Un fronte largo che garantisca discontinuità e colpisca i grumi di potere, le rendite di posizione e sconfigga il partito trasversale dell'interesse di pochi a scapito della 'Cosa pubblica'. Si vince insieme con la partecipazione in un rapporto virtuoso tra istituzioni, società civile e politica.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>


Galleria



Articoli correlati



Altro da questo autore



Angelo Bruscino
test 300x250
In Evidenza
test 300x250