Cicciano, mi casa es tu casa: nasce il progetto per una casa aperta a tutti

Redazione

Il dono donato: il grande mosaico della solidarietà viene esposto al pubblico con nuove tessere.

CICCIANO - Vivi per te stesso e vivrai invano; vivi per gli altri, e ritornerai a vivere. Un’affermazione davvero attuale quella del grande Bob Marley, un motto che tutti dovrebbero assurgere a paradigma di conduzione della propria esistenza.

E’ ciò che ha fatto Don Mariano Amato, parroco della parrocchia San Pietro Apostolo e dell’Immacolata Concezione di Cicciano quando, immaginando di aprire a tutti le porte del Centro Pastorale, facendo proprie l’idea di inclusione e di accoglienza, ha dato inizio ad una raccolta fondi per installare un ascensore per le persone con disabilità.

Alla chiamata di solidarietà ha risposto, senza indugi, la sezione UILDM di Cicciano con il suo presidente Giovanni De Luca. E, poiché il richiamo solidale non tocca mai una sola anima, lo stesso ha vibrato le corde del grande organo dell’AIDO sezione Nola – Cimitile che, supportato anche dalla Cooperativa Sociale “Aurora” di Marigliano e, seguendo il concetto dell’arte per tutti, ha deciso di donare l’opera di Rita Iannotti che raffigura un occhio con uno sguardo languido ma colmo di speranza, immerso in un fiume di colori su uno sfondo dorato e luminoso.  

L’artista ha sperimentato sulla sua pelle, uscendone vincitrice, la drammatica esperienza del cancro, il grande Innominato e Innominabile che, nella maggior parte dei casi, spaventa a tal punto da essere definito con una sorta di eufemismo forzato, il brutto male. 

Ma questo brutto male ha scolpito, nel cuore dell’artista, un irrefrenabile senso di riscatto e di rivincita che sembra quasi esplodere dalla tela sopra citata: una magia di colori, gli stessi che, per chi vive il trauma della malattia, sono all’uscita del tunnel, dopo aver attraversato le autostrade del nero e del grigio pagando un pesante pedaggio.

La vita assume, dunque, nuove sfumature per i protagonisti di queste storie e si riempie di tinte vivaci e di coin … o meglio, Dioincidenze (cit. Maria Felicia Carraturo) che danno nuovi stimoli e nuovi input, lasciando chi le vive in prima persona, senza parole: Don Mariano è stato il Padre spirituale di Rita nel periodo àcromo della sua vita!

Il Grande Artista che tutto muove e tutto crea ha restaurato le tessere del mosaico solidale e ha deciso di aprire la mostra al pubblico per farlo godere del profumo di Amore e di Vita che la sua opera porta con sé.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore