Agrimonda, il comune di Mariglianella renda noto i dati dello screening in via Napoli

Anita Capasso

MARIGLIANO - MARIGLIANELLA - “Il comune  di Mariglianella renda noto il risultato delle screening epidemiologico eseguito in via Napoli”. A chiederlo è Ciro Tufano, presidente del Comitato Ambiente e Territorio che da 26 anni rivendica la bonifica del sito delle ceneri combuste  dell’ex deposito di fitofarmaci e chimici per l’agricoltura Agrimonda. Il deposito incendiato dal racket delle estorsioni.

“Lo screening andava effettuato in via Pasubio, ma siamo residenti a Marigliano. Un palleggio tra Mariglianella e Marigliano che non giova alla salute”, dicono dal Cat. Intanto sposano a pieno la posizione della consigliere regionale Maria Muscarà. Sollecitano lo studio Spes come punto di partenza per liberare la Campania dai veleni.

Il presidente di Medici per l’Ambiente Marfella afferma : “Integrare indagini per capire il futuro”. Il Comitato Salute e Vita: “Fonderie Pisano, pronta querela a De Luca”. “Abbiamo voluto fare chiarezza sui tanti dati relativi all’incidenza dei fattori ambientali sull’insorgere di patologie tumorali, raccolti da decenni ma mai messi in correlazione tra loro, così da lasciar comprendere il reale impatto sulle popolazioni di un determinato territorio. I dati dello Studio Spes, rimasti nei cassetti per due anni e diffusi solo dopo due ricorsi al Tar e una serie di iniziative in Consiglio regionale, devono essere un punto di partenza per cominciare un lavoro di decodificazione che deve essere relazionato ai tanti studi realizzati negli ultimi anni. Solo così possiamo cominciare a curare la nostra regione dai veleni che hanno minato la salute di tantissimi cittadini”.

È quanto dichiarato dalla consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Maria Muscarà, a margine del convegno “Studio Spes, la verità nascosta”. Agrimonda fu definita dallo stesso professore Marfella una piccola Seveso, insomma una bomba ecologica. “Il sindaco di Marigliano  (Jossa) – dichiara Tufano-  mi ha ESORTATO a stare sempre "sul pezzo". E il comune di Marigliano che fa? “Io sto sul pezzo –dichiara Ciro Tufano- ma è soprattutto chi di dovere che deve stare sul pezzo. Il potere lo hanno le autorità”.

 Ci va giù duro Tufano: ”Non è importante mettere le bandierine per rivendicare di chi è il merito perché, comunque, questa vicenda rappresenta una sconfitta per "tutti" considerato che stiamo parlando di una storia che affonda le radici nell'ANNO 1995”.

E conclude:” Intanto attendiamo  anche i risultati  dello screening epidemiologico  condotto a.... VIA NAPOLI  IN MARIGLIANELLA (?) come dichiarato..  nell'audizione  regionale  dall' ex sindaco  di Mariglianella ora consigliere  regionale  Di Maiolo.....!!”. Tufano apre un punto interrogativo:”C’è questo screening?”. Si vedrà.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore