Marigliano, muore di Covid suor Pasqualina

Anita Capasso

Foto

MARIGLIANO - Muore di Covid suor Pasqualina. Affranta la comunità di Lausdomini. Aveva preso il posto di suor Clotilde come superiora delle Suore di Santa Maria Francesca delle 5 Piaghe di Gesù.

Ammalata da diverso tempo di cancro è stata purtroppo contagiata, insieme ad altre consorelle, dal Covid-19.Guerriera insieme a suor Clotilde ha contribuito alla formazione di migliaia di giovani fino al 2010 e oltre. Gestiva la scuola dell' infanzia " Napoletano "di corso Campano a Lausdomini insieme alle altre consorelle.  A lei venivano affidati i bambini della primina che ha contribuito ad alfabetizzare. E non solo : guidava il pulmino della scuola prelevando i bambini a domicilio e consentendo in questo modo alle mamme lavoratrici di avere un luogo sicuro dove poterli lasciare in loro assenza.  Curava le recite, il maggio mariano ...era una perfezionista e quando capi ' che i tempi stavano cambiando e che la società non era più la stessa si ritirò dall' insegnamento attivo . Ammalata di cancro poi si ritirò nella casa madre di Napoli dove ha contratto il virus in maniera cruenta e letale. È  stata ricoverata al Cotugno.

A dare la notizia della sua dipartita è  stato don Alfonso D'Errico: "Vieni, sposa di Cristo, ricevi la corona che il Signore da sempre ha preparato per te" . Carissimi, ho appena appreso della morte della nostra amata Suor Pasqualina, superiora della comunità delle Suore di Santa Maria Francesca, nella casa santuario di Napoli. Una notizia dolorosa, perché in lei avevamo un punto di riferimento e una grande amica della nostra comunità parrocchiale. Ammalata da diverso tempo di cancro è stata purtroppo contagiata, insieme ad altre consorelle, dal Covid-19. Ha consumato la sua offerta allo Sposo Celeste sul Calvario di una malattia che non ha mai spento nel suo cuore quello spirito di servizio e di accoglienza tra le mura del santuario a noi tanto caro. Gioiosa e infaticabile nell'amore di Dio e i fratelli, ci lascia la testimonianza di un servizio alla Chiesa umile e incondizionato. In attesa di capire come sarà possibile celebrare la liturgia esequiale, affidiamo la sua anima a Cristo Sposo e Signore e all'intercessione di Santa Maria Francesca".

Da circa 10 anni non era più al convento di Lausdomini, ma la sua impronta è rimasta intatta ed indelebile.  La comunità le sarà sempre grata.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>


Galleria



Articoli correlati



Altro da questo autore



ambiente300x600-2
test 300x250
In Evidenza
test 300x250