Rent boat: Marigliano soffocata dalla pioggia.

Anita Capasso

MARIGLIANO - Rent boat: Marigliano affoga negli allagamenti.  Paesaggio lagunare a via Giannone e traverse limitrofe. Area industriale circondata dall’acqua e dal degrado.  Le piogge mettono ko la città.  Via Antica del Bosco era il letto di un fiume non più una carreggiata per le auto in transito.  Allagamenti ovunque.  A che sono serviti i fondi investiti per le fogne di Miuli?  A mettere le pezze a colori?  Si proprio  quelli messi a disposizione dal governo di Romano Prodi per i comuni alluvionati.  Era il 21 dicembre 2007,  quando su sollecitazione dell’allora senatore Tommaso Barbato, il Presidente del Consiglio dei  Ministri, on. Romano Prodi, con proprio decreto, assegnò al Comune di Marigliano la somma di € 2.000.000,00 dei  fondi del Dipartimento della Protezione Civile, per il finanziamento della rete fognaria. 

 

Marigliano rientrò tra i comuni alluvionati. Persino i fondi del ristoro per le ecoballe di Boscofangone furono dirottati  sulle fogne di Miuli.  Soldi utilizzati per  prima trance dei lavori, seconda trance…tante trance…Tutti si sono  riempiti la bocca dicendo che le opere fognarie realizzate avrebbero risolto anche gli allagamenti di via Giannone. E mica erano pareri di gente comune, certo che no, erano pareri tecnici.  E i milioni di euro investiti  nell’area del piano di insediamenti produttivi? Fogne…infrastrutturazione …oggi le aziende erano circondate dall’acqua…Si è temuto anche per le esondazione dei lagni che sono ostruiti da rifiuti, erbe e materiali di risulta. Insomma il rischio idrogeologico è più che una preoccupazione.

 Si teme il disastro idrogeologico e ovviamente si farà a scaricabarile. La città è in piena emergenza sia nel settore fognario che in quello stradale ….sprofonda Marigliano. Basta andare al parco dei Pini per costatare con mano le criticità…c’è un enorme voragine che rappresenta un pericolo enorme. Già dicono che tutti si allagano, tutti hanno le strade rotte…ma a che servono gli amministratori locali? Il lagno a Faibano già l’anno scorso diede prova della sua forza inondando tutta la frazione con acqua mista a ghiaccio e detriti…sembrava la scena di un film dell’horror quella notte alluvionale per chi l’ha vissuta come la sottoscritta.

 Così si va a mare con tutti i panni. E’ da decenni che va così…le varie amministrazioni che si sono avvicendate hanno sempre presentato un programma delle opere pubbliche faraonico, ma nei fatti si è realizzato poco o niente. Chi vivrà vedrà.  E’ da decenni che vanno avanti questi problemi….si potrebbero riproporre anche i vecchi articoli sulla questione, tanto nessuno si muove.  Preparate una barca e mettetela in garage…andando di questo passo prima o poi servirà.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>


Galleria



Articoli correlati



Altro da questo autore



ASM G. Menichini
test 300x250
In Evidenza
test 300x250