Marigliano, colpo grosso alla prostituzione su un sito inquinato.

Anita Capasso

MARIGLIANO - E' guerra alla prostituzione e allo sversamento illecito dei rifiuti. In un colpo solo viene rinvenuta una discarica e denunciata una lucciola . Adesso si cerca di capire chi si nasconde dietro al giro del racket della prostituzione sul territorio.  La polizia locale, guidata dal comandante Emiliano Nacar, ha rinvenuto un' ennesima discarica di rifiuti speciali in un' casolare di amianto dove una donna era dedita al meretricio. Esseri umani trattati alla stessa stregua dei rifiuti. Storie marginali che non dovrebbero esistere in una società civile. Nonostante le continue retate e le continue multe , i focosi clienti sono tornati  e la donna continuava ad esercitare il mestiere più antico del mondo. Ma ritorniamo al tema rifiuti.

Si fa sempre più stringente la morsa  della Polizia Locale sul territorio comunale. In continuità con l’attività di vigilanza e controllo ambientale, finalizzata alla repressione e prevenzione dell’abbandono, deposito e combustione illecita di rifiuti e' stato es vuoto  il quarto sequestro di un’area di circa 100 mq, interessata dallo sversamento illecito di rifiuti urbani e speciali anche di natura pericolosa.

Si tratta dirifiuti urbani, blocchi in calcestruzzo, laterizi ed altro materiale di risulta di attività edilizia, sacchi grandi di materiale non quantificato, plastica, vetro, alluminio, resti di sfalci di potatura. E tanto per non farsi mancare niente  un cumulo di indumenti usati circondavano un manufatto degradato, coperto con lamiere aggregate in cemento amianto che in più punti si presentava friabile, con conseguente potenziale dispersione di fibre di amianto nell’aria e nel suolo, dovuta ad una lunga esposizione agli agenti atmosferici e al danneggiamento della struttura.

L' area sversatoio  si trova in via Antica del Bosco ed e'  caratterizzata dalla presenza di molteplici coltivazioni agricole.

Considerata la facile  l’accessibilità al sito per arginare l' attività illecita delle ecomafie, l’area è stata posta preventivamente sotto sequestro.

Si segnala che la località non era sconosciuta alla Polizia Locale. Gli Agenti avevano, infatti, scoperto che la suddetta struttura con copertura in amianto veniva utilizzata da una donna, poi allontanata, per l’esercizio del fenomeno della prostituzione.

Nell’ambito della costante attività di controllo e prevenzione di situazioni di degrado sul territorio comunale, incentivata con Ordinanza Sindacale n. 122 del 18.07.2022, la Polizia Locale, in più occasioni, ha scoperto e sanzionato duramente i clienti sorpresi dopo avere effettuato la contrattazione per ottenere prestazioni sessuali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Angelo Bruscino
test 300x250
In Evidenza
test 300x250