Mariglianella, il sindaco Di Maiolo replica al PD sulla questione Agrimonda

Di Maiolo: “Infantilismo politico e inutile strumentalizzazione del PD sulla questione Agrimonda”.

MARIGLIANELLA –  Non si è fatta attendere la dura risposta del sindaco di Mariglianella ai tanti  che, nei recenti articoli  su carta stampata e sul  web inerenti all’annosa questione Agrimonda a Mariglianella, si abrogano i meriti per l’inizio dei lavori, che dovrebbero bonificare l’area.

 -“ Rigettando l’infantile, strumentale ed inutile uso della parola pubblica da parte dei Segretari PD di Mariglianella e di Marigliano” - inizia il sindaco Felice Di Maiolo. 

Che continua: “Intanto è opportuno  precisare che il progetto di rimozione del cumulo Agrimonda, di Euro 1.424.787,25 Euro, è stato finanziato, grazie all’inserimento del sito nel SIN (Sito di Interesse Nazionale), dal Ministero dell’Ambiente dell’allora Governo Monti, per Euro 962.090,90 e per la restante parte dalla Regione Campania dell’allora Giunta di Centrodestra, con il Presidente Stefano Caldoro. Già all’epoca il  PD, attraverso il Presidente dell’allora Commissione Speciale Bonifiche, Antonio Amato, si dichiarava contrario al finanziamento da parte del Ministero dell’Ambiente  e sulla carta stampata, affermava “ho potuto verificare enorme storture del sistema dei SIN come ad esempio l’individuazione di Agrimonda a Mariglianella”. 

E’ opportuno tener presente il tanto lavoro svolto per arrivare  alla Conferenza dei Servizi del 15 dicembre 2014, presso la Regione Campania,  con la quale veniva approvato il progetto  dei “Lavori per il risanamento ambientale dell’area ex deposito di fitofarmaci ‘Agrimonda’ nel Comune di Mariglianella mediante rimozione, trasporto recupero/smaltimento dei rifiuti e indagini ambientali”. Successivamente ed inspiegabilmente, con l’insediamento della Giunta De Luca, del PD, la procedura per l’affidamento dei lavori di rimozione è rimasta , senza alcuna motivazione, a lungo tempo bloccata. Con le nostre continue diffide, invano si cercavano di ottenere presso gli stessi desolati funzionari regionali risposte che non giungevano a testimonianza del blocco della governance politica regionale.

 Oggi addirittura e paradossalmente  leggiamo, attraverso le dichiarazioni di Giovanni Corbisiero e Antonio Sullo, segretari cittadini del PD di Mariglianella e Marigliano, che il loro partito avrebbe i meriti di una definitiva risoluzione della problematica. Ma quali sono questi supposti meriti?
 
La verità è che l’opera è stata finanziata per una parte da un governo tecnico (Governo Monti) e per la restante parte da una Giunta di Centrodestra (Governatore Caldoro). Mentre, se ci sono state delle criticità esse sono addebitabili esclusivamente al PD. Prima si è tentato artatamente di creare criticità sulla erogazione del finanziamento del Ministero dell’Ambiente, e poi, creando inutili lungaggini burocratiche  addebitabili esclusivamente all’attuale Giunta Regionale,  titolare del necessario ma ritardato espletamento della gara. Tutto ciò ha prodotto unicamente una paralisi procedurale tanto è vero che, ad oggi, non sono ancora partiti i lavori. Diverso è stato l’atteggiamento del Consigliere Regionale del Movimento 5 Stelle, Gennaro Saiello, che si è più volte interessato alla questione chiedendomi notizie e non ultimo attivandosi con un question time posto all’Assessore Regionale all’Ambiente, Bonavitacola. 
Ora sicuramente partiranno i lavori. Ma è doveroso ricordare gli sforzi fatti dalla passata e attuale  Amministrazione Comunale, da me guidate, ed il prezioso supporto avuto dal Delegato sulla questione Agrimonda, attuale Presidente del Consiglio Comunale, Vincenzo Esposito e dal Comandante della Polizia Municipale, Andrea Mandanici. Ovviamente noi non  vogliamo meriti, e quando tutto l’iter sarà completato, avremo fatto solo ed esclusivamente il nostro dovere. Ma a è altrettanto doveroso far sì che i meriti non li prenda chi, come il PD, ed i suoi  segretari cittadini , Corbisiero e Sullo, sulla questione non hanno mai fatto nulla, tranne inutili dichiarazioni, senza il supporto della conoscenza degli atti. 
Oggi -ha concluso il Sindaco Di Maiolo- si esibiscono addirittura come i paladini in difesa della salute e dell’ambiente. Smettetela di prendere in giro i cittadini! Se volete il Comune è sempre aperto per offrirvi civile accoglienza e ampia  disponibilità alla visione di tutti gli atti, anche a testimonianza di quanto dichiarato!”. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250