Marigliano, sui furbetti il M5S replica al sindaco e al vice sindaco

Redazione

MARIGLIANO - Non si placano le polemiche scaturite dalla trasmissione di Rete 4 Quinta Colonna. Non ci sta il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Francesco Capasso a subire le accuse del sindaco e del vicesindaco per la nota vicenda dei " furbetti del cartellino". Allora invia la sua versione dei fatti che pubblichiamo integralmente .

"Premetto che non era mia intenzione entrare nel merito del polverone che Sindaco e Vice Sindaco stanno alzando sul servizio mandato in onda da QUINTA COLONNA, ma vista la forte disinformazione, sono costretto a fare chiarezza! Lo devo ai cittadini e ai dipendenti comunali.
Partiamo dal “pomo della discordia”, l’interrogazione presentata dal M5S,  citandone uno stralcio:

“Occorre di contro, esprimere piena solidarietà a tutti i dipendenti comunali che, in mancanza di riscontri oggettivi, sono stati genericamente additati quali ostacolo all'attività amministrativa, o peggio rei di assenteismo". La nostra interrogazione mirava a tutelare i dipendenti onesti non a generalizzare infangando un’intera categoria come ha detto il Sindaco, o peggio ancora come ha detto il Vice Sindaco "Il mio intervento mirava principalmente a evitare che il collegamento diventasse un monologo di un consigliere, che con la sua denuncia ha infangato, purtroppo l'intera categoria dei dipendenti comunali di Marigliano".

Basta, infatti, riascoltare le parole dette dal Vice Sindaco al servizio di QUINTA COLONNA per farsi un’idea, " Aiutateci, aiutateci a contrastare, perchè sicuramente ci sono, abbiamo fatto dei provvedimenti disciplinari, e quindi ce ne siamo accorti, stiamo in lotta con i dipendenti dato che ci fanno ostruzionismo, ritardi nelle procedure, le cose normali diventano eccezionali" alla domanda del giornalista "un comune ostaggio dei furbetti?" il Vice Sindaco risponde "è così, ovunque è così, i dipendenti del comune specialmente quelli storici comandano".

Il servizio di Quinta Colonna lanciava dei dubbi, dei sospetti,  ma le prove devono produrle gli organi competenti; chi ha “infangato  l’intera categoria dei dipendenti comunali” è stato il Vice Sindaco con le sue gravi affermazioni riscontrabili al minuto 51 e 53 secondi della puntata integrale, di cui vi allego il link.

La disinformazione non finisce qui, il Sindaco e il Vice Sindaco parlano di provvedimenti disciplinari intrapresi nei confronti dei dipendenti comunali, affermazioni puntualmente smentite dal comunicato del sindacato, tempestivamente pubblicato dalla vostra redazione. Qual è la verità?Tutto qui? Nemmeno per sogno, il Vice Sindaco sempre nel suo comunicato, afferma “l’ho invitato (il Consigliere Capasso, ndr) a concordare con il Presidente del Consiglio, nella calendarizzazione della propria interrogazione”.

Quando? Un anno dopo? e per giunta dinanzi alle telecamere? Capisco che dopo anni di commissariamento ci sia molto da fare, ma dopo un anno e per di più in diretta televisiva, mi perdonino se a me sembra davvero un’affermazione di facciata.

Il comunicato del Vice Sindaco termina così "Chiudo scusandomi con tutti i dipendenti comunali che onestamente hanno sempre servito con dedizione l'Ente e mi riferisco anche a tutti i lavoratori socialmente utili, che anche in precarie condizioni economiche e contrattuali, non sono mai venuti meno, al loro impegno precisando che il mio intervento mirava a tutelare soprattutto loro evitando la generalizzazione che la trasmissione voleva”,  un messaggio di solidarietà nei confronti dei LSU al quale credo tutte le forze politiche si sarebbero uniti, peccato però che sempre lunedì sera il Vice Sindaco alla domanda del giornalista "si parlava di rotazione basta come strumento per contrastare l'assenteismo?".

Risponde così "ma non abbiamo fatto solo la rotazione, abbiamo accentrato le macchinette per il badge, abbiamo ristretto le turnazioni dei lavoratori socialmente utili, e si stanno facendo anche controlli fisici, proprio passare il foglio per le firme, perchè difatti si verifica la presenza sul luogo di lavoro del lavoratore"; il giornalista porge una seconda domanda "Avete dei dati concreti, dei riscontri oggettivi, sul numero di dipendenti che al momento sarebbero furbetti del cartellino?" al quale il Vice Sindaco risponde "c'è qualcuno ma potrebbe essere anche tra i lavoratori socialmente utili, ci sono cantieri esterni che potrebbero facilitare il nascondersi da parte di qualche dipendente, purtroppo i cantieri esterni facilitano questi fenomeni", naturalmente anche in questo caso allego il link. Qualcosa non torna, se su Marigliano.net, il Vice Sindaco tutela i LSU che lavorano “in precarie condizioni economiche” a Video Nola, afferma che qualche “furbetto potrebbe essere anche tra i LSU” tanto da aver “ristretto le turnazioni dei LSU”.

La domanda sorge spontanea: qual è il vero punto di vista del Vice Sindaco? Quello rilasciato alle telecamere o quello messo nero su bianco? Eppure a Video Nola nessuno l’ha interrotta anzi...
Le mie osservazioni non possono non considerare le affermazioni fatte dal sindaco, il quale nella diretta social parla di passerella politica, consigliandomi l’iter corretto da seguire.

Caro Sindaco permetta un consiglio, legga con maggiore attenzione le segnalazioni, le interrogazioni che i cittadini o i consiglieri le scrivono, perché se lo avesse fatto, si sarebbe ricordato che l’esposto alla Procura non solo l’ho indirizzato anche a lei, ma l’ho protocollato prima al Comune di Marigliano e poi alla Procura di Nola. Voglio pensare che tra le mille carte che quotidianamente finiscono sulla sua scrivania, questa le sia sfuggita, altrimenti usando le sue stesse parole, sarei costretto a pensare che lei sia “in mala fede”.

PUNTATA MEDIASET

http://www.video.mediaset.it/video/quinta_colonna/full/puntata-del-6-marzo_697479.html

 SERVIZIO VIDEONOLA

https://www.youtube.com/watch?v=HLzCvcqvmdQ&feature=youtu.be





Articoli correlati



Altro da questo autore



In Evidenza