Acerra, Lettieri a Bonavitacola: la Regione mantenga gli impegni.

Silvia Giustiniani

ACERRA – Intervenuto all’incontro del 18 marzo con il vice presidente della Regione Campania, l’on. Fulvio Bonavitacola, il sindaco di Acerra Raffaele Lettieri ha ribadito all’assessore all’ambiente che ci sono ancora tante criticità da risolvere per la città di Acerra.

“[…] La Regione Campania deve mantenere gli impegni per l’ambiente di questa città. Il presidente De Luca e il vicepresidente Bonavitacola con me, su altri temi, hanno mantenuto la parola data e mi aspetto che con la stessa determinazione mantengano gli impegni in materia ambientale” ha detto il sindaco.

“Deve partire l’Osservatorio regionale sul termovalorizzatore. Chiediamo di essere seri e rigorosi per l’agricoltura, la campagna acerrana resta meravigliosamente bella, nonostante gli insulti inferti in un recente passato. Un sostegno che deve venire anche in sede di Piano territoriale regionale che su Acerra, deve essere modificato. Non accettiamo la destinazione industriale della nostra area. Questa scelta non è condivisa da noi. E’ grave anche l’approvazione di un piano regionale dei rifiuti che prevede il potenziamento dell’inceneritore imposto a questa comunità. L’inceneritore deve diminuire la sua portata non aumentarla. Questa scelta non aiuta certamente chi, ostinatamente, continua a coltivare pomodori, carciofi e cavoli sul nostro territorio. Quel piano a cui noi ci siamo opposti non ci piace, non piace ai nostri concittadini e alla nostra città. E finché sarò sindaco di questa città questo piano regionale così come è, non avrà mai il nostro consenso.

Così come per Montefibre, c’è un piano di dismissione senza un adeguato piano di caratterizzazione per le bonifiche dell’area. […] Ricordo poi lo sforzo fatto con l’Asl per arrivare a screening tumorali gratuiti, ed è gravissimo che questi controlli sanitari siano partiti solo in seguito alle diffide del Comune di Acerra, davvero grave. La regione Campania deve mettere nella propria agenda, prioritariamente, queste attività.

Abbiamo fermato l’insediamento di industrie inquinanti sul territorio, siamo riusciti grazie al lavoro tra comitati, osservatorio ambientale, Comune di Acerra, ma questa attività non può essere delegata ai dirigenti regionali. Pretendiamo un piano organico per fermare ogni insediamento”.

Il sindaco Lettieri ha poi mostrato al vice presidente Bonivitacola tutte le Ordinanze sindacali emanate per la bonifica dei siti inquinati, anche delle aree indicate dall’accordo di programma sottoscritto all’atto della partenza dell’inceneritore, sostenendo: «Le bonifiche del territorio, non possono essere fatte solo con le Ordinanze Sindacali, con risorse comunali, con i soldi dei cittadini. La Regione Campania deve assumere la responsabilità di fare le bonifiche di questo territorio”.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net





Articoli correlati



Altro da questo autore



In Evidenza