Marigliano, Fratelli d'Italia col suo simbolo con Sebastiano Sorrentino

Redazione

MARIGLIANO - Scatta l’ora delle adesioni al progetto della discesa in campo come candidato sindaco di Sebastiano Sorrentino. Trova positiva la sua candidatura a sindaco Fratelli d’Italia Marigliano.

 

 

 “FdI – Marigliano ha accolto con estremo interesse il comunicato diramato da Sebastiano Sorrentino con il quale ha dichiarato la propria disponibilità a candidarsi alla carica di sindaco. Uomo di spessore morale e di provata capacità, prima della DC e poi del PD, ha fatto della moderazione la sua cifra distintiva, e dell’impegno per Marigliano, la sua missione politica. Le parole utilizzate da Sorrentino a sostegno della sua scelta, sono forti ed esprimono sincera preoccupazione per le condizioni in cui è stata ridotta la città. “Troppo cemento ed interessi trasversali sembrano aver messo in ginocchio Marigliano”; “smontare tutto questo apparato che si stava creando”; “Discontinuità con il passato”.

 

FdI – Marigliano ha stigmatizzato, in diverse occasioni, l’assoluta mancanza di progettualità politica della giunta Carpino; posto in evidenza che l’azione amministrativa era ridotta alla gestione della ordinaria amministrazione.

Alla promessa elettorale di un Piano Urbanistico Comunale a vani zero, è seguita l’adozione di un Piano Urbanistico che prevedeva la costruzione di ben 2500 alloggi. L’amministrazione a guida PD aveva apparecchiato la più grande speculazione edilizia degli ultimi trenta anni. Sventata dalla tenacia e caparbietà della consigliere di opposizione Mena Iovine che ha coinvolto nella battaglia, l’intera opposizione e movimenti civici. Verso Mena Iovine, la città di Marigliano ha un enorme debito di gratitudine.

La giunta Carpino si era arroccata nella sua torre d’avorio, escludendo l’opposizione dal civile dibattito politico e mostrando insofferenza verso la stampa libera, quando veniva fatto notare che il c.d. “Palazzo” era tutt’altro che trasparente, tra incarichi agli amici e agli amici degli amici senza alcun rispetto per il merito.

Rumore hanno fatto le dimissioni dell’assessore Raffaele Coppola, ”Ci siamo fatti sopraffare dagli interessi speculativi di un piano megalomane fatto per i costruttori  …”.

E in ultimo il terribile sospetto che il Comune di Marigliano possa essere stato permeabile ad infiltrazioni camorristiche. Ci auguriamo per Marigliano e per chi è personalmente coinvolto, che non sia così.

Ma come insegnava Max Weber, l’etica ha due polarità: quella dei principi e quella della responsabilità. I principi si proclamano, ma le conseguenze dell’agire e delle proprie scelte si considerano.

Allora, se la candidatura di Sebastiano Sorrentino rappresenta la discontinuità con il passato, se la volontà sottesa alla sua candidatura è quella di smontare l’apparato creato dalla giunta Carpino; se la sua persona costituisce il tentativo di riportare il dibattito politico ad un livello di civiltà decente, rispettoso delle idee e sensibilità di tutti; se la sua discesa in campo ha come obbiettivo quello di risalire la china sul piano economico, sociale e culturale; di sostegno alla piccole e medie imprese; di un Piano Urbanistico che contempli il minor consumo di suolo; di prestare grande attenzione ai problemi del commercio; di porre al primo posto del programma il centro storico e le periferie; di esser attenti e vigili verso la questione ambientale; di smantellare i potentati burocratici annidati nella macchina comunale, FdI – Marigliano, con il proprio simbolo, darà il proprio contributo alla sua candidatura”.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250