Marigliano, intervista a Paolo Russo

Redazione

MARIGLIANO - Dopo 27 anni ha lasciato Forza Italia ed ha aderito ad Azione di Carlo Calenda, perché?

“Non sono io che ho lasciato Forza Italia ma è Forza Italia che ha perso la sua vocazione di partito dei moderati, preferendo scodinzolare dietro Salvini. I miei valori, nei quali ho sempre creduto, sono quelli che mi sono stati tramandati dalla mia famiglia, da zio Vincenzo, da zio Quirino e da mio padre. Ho cominciato con il partito socialdemocratico, con le lezioni atlantiste di uno statista come Saragat e non posso ritrovarmi ora con chi,  per un poco nobile obiettivo di potere,  ha abdicato ai principi liberali ed europeisti, buttandosi nelle braccia dei populisti solo per assicurarsi qualche poltrona. Con Carlo Calenda ci sono i liberali, i popolari, i democratici, i riformisti ed è proprio con loro che vogliamo costruire un Terzo Polo 4.0”

Un po’ come è stato fatto a Marigliano 2 anni fa…

“E’ esattamente così. Lo choc dell’inchiesta giudiziaria favorì la nascita di un laboratorio politico che, a prescindere dalle posizioni partitiche, ha dato una guida alla città che lavora ispirata dal senso di responsabilità nei confronti dei cittadini. Forse è questo il momento di fare un nuovo patto per la città che metta tutti dalla stessa parte. Le diverse vivacità, l’estrazione politica diversa, perfino le contrapposizioni tra la maggioranza e l’opposizione sono il sale di un’esperienza che si è rivelata vincente e che è riuscita a raggiungere risultati importanti come il Puc e come i tanti progetti finanziati dal Pnrr che contribuiranno ad alzare l’asticella della vivibilità nella nostra Marigliano”.

Il Pnrr, appunto, in cosa si è tradotto questo impegno per la città di Marigliano?

“Ventiquattro posti e 184.155,00 in più già da quest’anno per gli asili nido, un assistente sociale ogni 5000 abitanti, per Marigliano altri 6, maggiori risorse fin da subito, e pari a 13.901.76, per garantire il trasporto scolastico a 4 studenti disabili: il Governo Draghi e Mara Carfagna hanno fatto per Marigliano quanto non è stato fatto da tutti i governi degli ultimi 15 anni. La nostra città è poi destinataria, complessivamente, di 42.408.100 di euro. Serviranno per riqualificare la nostra  villa comunale, per recuperare il  Casale Manzi di Pontecitra   che diventerà struttura al servizio di iniziative di carattere sociale per rafforzare la presenza dell’amministrazione comunale al fianco dei più deboli, per riqualificare la tratta dell’ex‐Circumvesuviana che sarà trasformata in un parco urbano arricchendo Marigliano di aree  per le attività all’aperto, per riqualificare le aree esterne del campo sportivo di Pontecitra rendendole funzionali alla pratica di altri sport. E poi la messa in sicurezza ed il recupero dell’impianto di sollevamento di Lausdomini che ci aiuterà a contrastare il rischio degli allagamenti: un progetto che vale 2 milioni di euro e che il ministro per il Sud Mara Carfagna ha finanziato attraverso il Cis Terra dei Fuochi, grazie al quale sarà possibile anche restaurare Palazzo Verna, simbolo della nostra storia e destinatario di ben 6 milioni di euro. Senza contare l’obiettivo centrato dell’ammodernamento delle scuole che offriranno più comfort agli studenti e soprattutto saranno all’altezza della sfida formativa oggi più che mai indispensabile se non vogliamo che i nostri ragazzi dipendano dalle mancette del reddito di cittadinanza, ma siano messi nelle condizioni di farsi largo nella vita dimostrando qualità e competenza. Mi riferisco all’abbattimento ed alla ricostruzione della scuola monsignor Esposito e poi alla costruzione di un nuovo asilo nido che colmerà il gap della mancanza di strutture e servizi adatti a supportare le mamme dei bimbi con meno di tre anni, troppo spesso costrette a scegliere tra figli e lavoro, dell’adeguamento sismico e dell’efficientamento energetico dell'istituto Siani e dall’efficientamento energetico della scuola Dante Alighieri. Tanta roba che si tradurrà in una città più moderna e vivibile per i cittadini di Marigliano. Devo sottolineare per questo l’impegno dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Peppe Jossa che ha ben compreso l’importanza di un momento storico irripetibile istituendo un laboratorio dedicato al Pnrr e definendo una delega ad hoc affidata all’assessore Anna Terracciano”.

Il Governo Draghi però è ormai agli sgoccioli ed il futuro appare più che mai incerto anche rispetto al Piano nazionale di ripresa e resilienza che molti partiti, anche tra quelli che i sondaggi danno in pole position, annunciano di voler rivedere…

“Il Governo Draghi ha fatto tanto ed è da questa stagione che dobbiamo ripartire. Per questo Azione rappresenta l’unica scelta possibile per chi si aspetta dalla politica le soluzioni ai problemi, per chi non si identifica negli schemi ristretti dei partiti del novecento – tra l’altro morti e sepolti - e soprattutto per chi è stanco di non avere chance nella costruzione del proprio futuro come singolo, come famiglia e come impresa. Alle nostre famiglie, ai nostri figli, alla nostra Campania, a tutti  i cittadini dobbiamo garantire il diritto a potersi curare in ospedali moderni, dove sia possibile fare una mammografia senza dover aspettare mesi, dobbiamo assicurare di poter vivere in luoghi dove sia possibile far studiare il proprio figlio disabile senza doversi preoccupare di come farà ad arrivare a scuola, dove una mamma che lavora e che non ha la possibilità di contare sui nonni possa fare affidamento su un asilo nido, dove un ragazzo intelligente, capace e volenteroso possa avere la possibilità di formarsi e di farsi strada magari scegliendo di restare nel posto dove è nato, e dove chi vive in un piccolo paesino, magari di montagna,  non debba fare gli scongiuri perché se si ammala non può  contare su interventi appropriati e  tempestivi, ad esempio attraverso una farmacia o la telemedicina come favorito proprio in questi mesi dal ministro per il Sud Mara Carfagna. Trovo che tutto questo non sia né di destra, né di sinistra. E’semplicemente giusto ed assolutamente necessario”.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>


Galleria



Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250